12 vaccini obbligatori per prevenire 12 malattie infettive sempre in agguato

22 maggio, 2017 nessun commento


Share

Sono 12 le malattie contro le quali, a causa delle potenziali gravi conseguenze, il nuovo decreto rende obbligatorie per l’iscrizione scolastica le corrispondenti vaccinazioni. Eccole in breve.

Tetano: è una malattia infettiva acuta causata da un batterio presente in natura che produce una neurotossina, la tetanospasmina. Le spore contaminano spesso la terra e penetrano nell’organismo umano attraverso ferite. Possono quindi produrre la tossina che raggiunge il sistema nervoso centrale, causando contrazioni e spasmi muscolari che iniziano dal capo e progrediscono verso tronco e arti. La vaccinazione, obbligatoria per i nuovi nati, è inclusa nell’esavalente.

Poliomielite: è causata dal polio-virus che invade il sistema nervoso nel giro di poche ore, distruggendo le cellule neurali colpite e causando una paralisi che può diventare, nei casi più gravi, totale. Il contagio avviene per via oro-fecale, attraverso acqua o cibi contaminati o tramite la saliva. Solo l’1% dei malati sviluppano la paralisi. In Italia il vaccino inattivato è obbligatorio e incluso nell’esavalente.

Difterite: è una malattia infettiva acuta provocata da un batterio che, una volta entrato nel nostro organismo rilascia una tossina che può danneggiare o distruggere, organi e tessuti. Il vaccino è obbligatorio e viene somministrato ai nuovi nati con l’esavalente.

Epatite B: è dovuta un virus (Hbv)che nella maggior parte dei casi provoca un’infezione asintomatica, ma se si evolve in malattia  può provocare cancro al fegato. Il tasso di letalità è circa l’1%. Nei neonati la cronicizzazione si verifica 9 volte su 10. Nel 20% dei casi può progredire in cirrosi epatica nell’arco di circa 5 anni. La trasmissione avviene attraverso trasfusioni di sangue, tagli e punture con aghi o strumenti infetti, ma anche per via sessuale e da madre a figlio. La vaccinazione e’ obbligatoria, e inclusa nell’esavalente.

L’Haemophilus influenzae di tipo b (Hib): causa infezioni spesso severe, soprattutto tra i bambini sotto ai 5 anni. Normalmente provoca una malattia simil-influenzale, che si risolve nel giro di qualche giorno. In alcuni casi, invece, può evolvere in forme gravi. La letalità e’ del 2%-5%. Chi guarisce può avere però conseguenze neurologiche (15%-30% casi). Il vaccino non è obbligatorio ma è incluso nell’esavalente.

Pertosse: colpisce prevalentemente bambini sotto i 5 anni. Progressivamente la tosse diventa parossistica e si associa a difficoltà respiratorie. Può causare apnea, cianosi e vomito. Nei bambini al di sotto di 1 anno, può essere mortale. Il contagio avviene attraverso goccioline di saliva. In Italia la vaccinazione non è obbligatoria ma inclusa nell’esavalente.

Morbillo: è una malattia infettiva molto contagiosa che colpisce spesso i bambini tra 1 e 3 anni. E’ responsabile di un numero compreso tra le 30 e le 100 morti ogni 100.000 persone colpite. Le complicazioni sono dovute principalmente a otite, laringite, diarrea, polmonite o encefaliti. Il vaccino in Italia non è obbligatorio ed e’ incluso nel trivalente (Mpr).

Parotite: si manifesta con la tumefazione delle ghiandole parotidi, poste sotto i padiglioni auricolari. Tra le complicazioni vi sono encefaliti, meningiti, pancreatite. Nei bambini, in 5 casi ogni 100.000 di malattia, causa perdita dell’udito. Nel 20-30% dei maschi dopo la pubertà provoca orchite, malattia infiammatoria dei testicoli. Il contagio in gravidanza è associato al rischio di aborti spontanei. Il vaccino, non obbligatorio, è incluso nel trivalente (Mpr).

Rosolia: si manifesta con un’eruzione cutanea, di solito benigna per i bambini, ma che diventa pericolosa durante la gravidanza perché può indurre aborto spontaneo o gravi malformazioni fetali. La vaccinazione non è obbligatoria, ma consigliata e inclusa nel trivalente (Mpr).

Meningite C: è provocata dal meningococco c che alberga nelle vie respiratorie spesso di portatori sani. I sintomi sono inizialmente simili a quelli influenzali. Successivamente il mal di testa diventa forte, compare rigidità muscolare, febbre alta, perdita di conoscenza, convulsioni, macchie sul corpo. Nel 10-20% dei casi ha decorso fulminante e porta al decesso in poche ore. Il nuovo piano vaccinale prevede il vaccino ai nuovi nati.

Meningite B: rappresenta il 70% dei casi di meningite, colpisce tra i 700 e i 1.100 bambini ogni anno in Italia. E’ dovuta al meningococco B, batterio in grado di uccidere in meno di 24 ore. Con il nuovo piano vaccinale il vaccino è gratuito per i nuovi nati.

Varicella: provocata dal virus Varicella zoster, in genere guarisce in 10 giorni ma ha un decorso più aggressivo nell’adolescente e nell’adulto. La complicanza più comune è la polmonite. I virus rimane latente e nel 10-20% dei casi si risveglia a distanza di  decenni, dando luogo all’herpes zoster o “fuoco di Sant’Antonio”. Il vaccino è stato introdotto per i nuovi nati nel nuovo piano vaccinale.

Tag:, , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*