4 donne su 10 soffrono di gonfiore alle gambe

7 luglio, 2015 nessun commento


Share

shutterstock_147663722Contro gambe gonfie e pesanti, meno sole e sale. Per combattere questo fastidioso disturbo che colpisce 4 donne su 10 sono consigliate anche più passeggiate e pediluvi con acqua fredda. Tante sono le italiane con problemi di circolazione venosa, mentre 1 su 10 ha patologie più gravi come trombosi e varici. “Ridurre i tempi di esposizione solare non fa bene solo alla cute ma anche per la circolazione, perché il sole diretto aumenta temperatura cutanea e di conseguenza la vasodilatazione”, sottolinea Andrea Stella, Direttore dell’Unità Operativa di Chirurgia Vascolare dell’Azienda Ospedaliera di Bologna.

Il periodo estivo è cruciale perché il caldo favorisce la dilatazione venosa che fa sì che il sangue pompato verso le estremità del corpo non ritorni facilmente verso il cuore, provocando stasi circolatoria. Ma contano anche la componente genetica, sesso, stili di vita e fisico. Nei casi più gravi, a pesantezza e pruriti si accompagnano anche eczemi e piccole ulcerazioni della cute. “Le persone in sovrappeso o obese – spiega il professor Stella – hanno maggiori problemi perché il tessuto adiposo cellulitico è accompagnato più facilmente da lesioni della pelle intorno o sopra le caviglie, dovuti all’alterazione del microcircolo”. Tutto questo “è difficile da curare e andrebbe prevenuto”.

Innanzitutto con meno sedentarietà e più sport perché “far funzionare i muscoli facilita il ripompaggio del sangue verso il cuore”. Gli integratori a base di mirtillo, centella, rosa canina e, in genere, i bioflavonoidi che rinforzano la parete del vaso agendo a livello del microcircolo, migliorano i sintomi anche se non risolvono il problema. “Aiutano se presi costantemente e per diversi mesi ma non ci sono grandi supporti scientifici a favore, quindi meglio non creare troppe aspettative”, chiarisce l’esperto. Riposare con le gambe rialzate da un cuscino e pediluvi freddi aiutano, mentre massaggi linfodrenanti fanno bene nel caso in cui il problema sia accompagnato, come spesso accade, da difetti linfatici. Conta poi la dieta: controindicati gli alcolici e il sale, che provoca ritenzione idrica.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*