Alcol: rischi a lungo termine calano con attività fisica

9 settembre, 2016 nessun commento


Share

sportSono molti i benefici apportati dal perticare dell’attività fisica e ora se ne aggiunge un altro. L’esercizio fisico può ridurre almeno in parte gli effetti negativi a lungo termine dovuti all’alcol. Lo afferma uno studio pubblicato dal British Journal of Sports Medicine, secondo cui due ore e mezza di attività a settimana possono far diminuire il rischio di morte, che rimane però più alto rispetto a chi non beve.

Lo studio
Lo studio coordinato dall’Università di Sidney e dallo University College di Londra ha analizzato i dati delle ‘Health Survey’ in Inghilterra e Scozia dagli anni ’90 al 2006, per un totale di oltre 36mila persone. Ebbene, per chi non fa attività fisica, evidenzia lo studio, un consumo moderato di alcol, fino a 17 drink a settimana per gli uomini e 11 per le donne, aumenta il rischio di morte per tumori del 37%. Un consumo tra 17 e 39 per gli uomini e 11 e 29 per le donne lo aumenta del 40% mentre sopra questa soglia aumenta del 70%. Per i bevitori moderati aumenta anche del 13% il rischio di morte per tutte le cause, con la percentuale che sale al salire del consumo fino ad arrivare al 54%. Secondo lo studio però questo effetto diminuisce per chi fa attività fisica, con il rischio di morte che diventa sensibilmente più basso rispetto ai bevitori sedentari.

“Questo conferma i risultati di alcuni studi secondo cui alcol e attività fisica agiscono sugli stessi meccanismi biologici nelle malattie croniche, ma in direzioni opposte – scrivono gli autori – Non possiamo dire che fare esercizio sia una licenza per bere di più, ma visto che molte persone bevono lo studio da’ una ulteriore ragione per incoraggiarle a fare attività fisica”.

Tag:, , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*