Allergie stagionali: rimedi naturali efficaci?

3 aprile, 2017 nessun commento


Share

Con l’arrivo della primavera le allergie stagionali sono ‘in piena attività’ e stanno già tormentando grandi e piccoli, così molti si chiedono se si possano usare dei rimedi naturali al posto dei farmaci. Irrigazioni nasali con soluzione salina, agopuntura, probiotici, miele e farfaraccio: ecco le cure ‘alternative’ per le allergie stagionali. Molte mostrano benefici, ma i dati scientifici sono ancora limitati e contrastanti, e servono più studi, come rileva la newsletter Clinical Digest, curata dal National Center for Complementary and Integrative Health (Nccih).

I lavaggi con la soluzione salina migliorano abbastanza i sintomi dell’allergia stagionale. Una revisione pubblicata nel 2012 su 10 studi ha visto che usata fino a 7 settimane riduce i sintomi, e di conseguenza il consumo di farmaci, e migliora la qualità di vita negli adulti e nei bambini con rinite allergica. A livello di sicurezza non ci sono problemi, anche se gli strumenti usati per fare i lavaggi (come il neti pot – piccolo contenitore a forma di teiera con il beccuccio adatto a essere inserito nel naso) vanno puliti e usati in modo appropriato.

L’acqua del rubinetto non filtrata o non trattata in modo specifico non è sicura, perché contiene, seppur in basse quantità, batteri e amebe che possono rimanere vivi nel naso e causare infezioni.

Altro rimedio alternativo contro il raffreddore allergico è l’estratto di farfaraccio, una pianta erbacea rustica, che sembra avere effetti simili a quelli degli antistaminici orali per le allergie dell’occhio. E’ bene però tener presente che potrebbe provocare reazioni allergiche nelle persone con sensibilità a piante come ambrosia, crisantemi, calendule e margherite.

Non ci sono invece dati scientifici convincenti sull’efficacia del miele nel dare sollievo ai sintomi delle allergie stagionali, mentre diversi studi confermano l’azione dell’agopuntura nel migliorare i sintomi e la qualità di vita, e la mancanza di complicazioni dal punto di vista della sicurezza.

Per quanto riguarda i probiotici infine, i dati variano molto tra le loro diverse formulazioni,
ma non ci sono dati sufficientemente saldi per verificare la loro capacità di prevenire il raffreddore allergico. Possono invece migliorare la qualità di vita e i sintomi nasali.

Tag:, , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*