Melanoma: esposizione ai raggi UV non rappresenta un rischio per le persone afro-americane

Condividi:

(Reuters Health) – Secondo una nuova revisione sistematica degli studi condotta da ricercatori dell’Università del Texas di Austin, l’associazione tra esposizione ai raggi ultravioletti (UV) e melanoma è “debole” nella popolazione afro-americana. Adewole Adamson e colleghi hanno ricercato nella letteratura studi sull’esposizione ai raggi UV come fattore di rischio per melanoma cutaneo in persone afro-americane. Poiché non esiste una definizione…

Leggi

Allergia all’uovo nei bimbi. Si può “combattere” con i biscotti

Condividi:

Nei bambini allergici all’uovo non è necessario, nella maggioranza dei casi, eliminare dalla dieta tutti gli alimenti che lo contengono. Anzi, mantenere un’assunzione regolare di “uovo cotto in matrice di frumento”, come ad esempio i comuni biscotti all’uovo, facilita l’attivazione dei meccanismi immunologici alla base dello sviluppo della tolleranza all’alimento. E’ questa la conclusione cui è giunto uno studio dei…

Leggi

Nasce GeneraLife, il più grande gruppo europeo di centri Pma a guida italiana

Condividi:

In Italia il panorama della Pma (Procreazione mediamente assistita) si arricchisce di una nuova realtà: nasce GeneraLife, il primo gruppo europeo di centri specializzati a guida italiana, che garantirà un percorso di piena sicurezza tutto all’interno del network, senza necessità di ‘viaggi della speranza’ per tentare di diventare genitori. “Secondo i dati del registro del ministero della Salute iberico –…

Leggi

Cuore: consumare cibi antinfiammatori lo protegge

Condividi:

(Reuters Health) – Le persone che consumano una grande quantità di alimenti che promuovono l’infiammazione sono a maggior rischio di malattie cardiovascolari. È la conclusione cui è arrivato uno studio pubblicato dal Journal of the American College of Cardiology (JACC) da un gruppo di ricercatori del Brigham and Women’s Hospital e della Harvard Medical School di Boston (USA), guidato da…

Leggi

Gravidanza: epidurale durante il travaglio e rischio di autismo

Condividi:

(Reuters Health) – L’analgesia epidurale durante il travaglio è correlata a un rischio aumentato di disturbi dello spettro autistico nel bambino. È quanto emerge da uno studio retrospettivo condotto da ricercatori del Kaiser Permanente Baldwin Park Medical Center, in California. Oltre il 70% delle donne riceve analgesia epidurale o altre forme di anestesia neuroassiale durante il travaglio. Ciò si è…

Leggi

Celiachia: il legame con problemi cutanei esiste

Condividi:

(Reuters Health) – Secondo una recente indagine online condotta negli USA, l’8% dei pazienti celiaci presentano anche dermatite erpetiforme. Oltre il 90% dei pazienti con dermatite erpetiforme ha un’enteropatia sensibile al glutine associata, ma la prevalenza di questa patologia dermatologica nei pazienti celiaci è ancora poco chiara. Per approfondire l’argomento, Bridget E. Shields e colleghi, della Perelman School of Medicine…

Leggi

Tumore del seno: da analisi geni riparatori DNA possibile prognosi a tre e cinque anni

Condividi:

(Reuters Health) – Una ‘firma’ prognostica sulla base di otto geni correlati alla riparazione del DNA (DRG) sarebbe in grado di prevedere con precisione la sopravvivenza complessiva nelle donne con tumore del seno. A riferirlo è un team di scienziati guidato da Zhijun Dai, della Zhejiang University, in Cina. I risultati della ricerca sono stati pubblicati su JAMA Network Open.…

Leggi

Seno: i tumori “di intervallo” sono spesso più aggressivi

Condividi:

(Reuters Health) – Uno studio retrospettivo canadese ha riscontrato che i tumori al seno di intervallo (IBC) – ovvero rilevati nell’intervallo di tempo tra gli screening mammografici di routine – spesso sono più aggressivi e hanno più probabilità di portare al decesso rispetto a quelli scoperti durante gli screening (SBC). Un gruppo di ricercatori – guidato da Saroj Niraula, professore…

Leggi

Tumore al seno: quale dieta migliora la risposta alla chemio?

Condividi:

Per le donne che si trovano a dover affrontare una cura per tumore della mammella ‘triplo negativo’ è consigliabile seguire una dieta ipocalorica ed ipoproteica. Assumere infatti un quantitativo ridotto di calore e proteine può migliorare la risposta alla chemioterapia da sola o in associazione con l’antidiabetico metformina. A suggerirlo è una sperimentazione in corso presso l’Istituto Nazionale dei Tumori…

Leggi

Con la celiachia rischio più alto di fratture osteoporotiche maggiori

Condividi:

(Reuters Health) – Secondo uno studio canadese pubblicato da Osteoporosis International, la celiachia si associa a fratture osteoporotiche maggiori indipendentemente dal punteggio ottenuto con lo strumento di valutazione del rischio di frattura (FRAX). Lo studio I ricercatori – guidati da Donald Duerksen, professore associato di Medicina all’Università di Manitoba di Winnipeg – hanno esaminato i dati del Manitoba Bone Mineral…

Leggi

Dislessia. Un aiuto dalla stimolazione transcranica a corrente alternata

Condividi:

(Reuters Health) – Aumentare la potenza di alcune onde cerebrali nella corteccia uditiva sinistra potrebbe contribuire ad alleviare i deficit nell’elaborazione dei suoni e migliorare la precisione nella lettura degli adulti dislessici. È quanto sostengono alcuni ricercatori svizzeri che su questo argomento hanno pubblicato uno studio su PLoS Biology, Le persone con dislessia hanno una funzione oscillatoria a basse onde…

Leggi

Gravidanza: se si fuma nel primo trimestre, rischio bambino in sovrappeso

Condividi:

(Reuters Health) – Le donne che smettono di fumare nel primo trimestre di gravidanza non corrono un rischio elevato di avere un parto pretermine o un neonato piccolo per la sua età gestazionale rispetto alle non fumatrici, ma hanno maggiori probabilità di dare alla luce un bambino sovrappeso. “Le strategie di prevenzione del fumo materno devono essere dirette al periodo…

Leggi

Studio UK conferma: i bambini non contraggono forme gravi di COVID-19

Condividi:

(Reuters Health) – Il British Medical Journal ha pubblicato uno studio, condotto in 138 ospedali britannici, che offre ulteriori evidenze sul fatto che i bambini non contraggono forme gravi, o addirittura letali, di COVID-19. Nel campione dei pazienti ricoverati osservati nello studio, meno dell’1% era infatti rappresentato da bambini e fra questi solo sei – tutti già affetti da patologie…

Leggi

Fumatrice, ipertesa, tra i 30 e i 60 anni. L’identikit della donna con aneurisma intracranico

Condividi:

(Reuters Health) – Rispetto alla popolazione generale, le donne dai 30 ai 60 anni, fumatrici e ipertese, hanno probabilità sei volte più alte di essere colpite da un aneurisma intracranico non rotto. A questa conclusione è giunto uno studio statunitense pubblicato dal Journal of Neurology, Neurosurgery and Psychiatry. I ricercatori del Beth Israel Deaconess Medical Center Brain Aneurysm Institute di…

Leggi

COVID-19, studio coreano: più facile contrarre il virus in famiglia

Condividi:

(Reuters Health) – Si hanno maggiori probabilità di contrarre il nuovo Coronavirus da membri della famiglia che da contatti esterni. È quanto emerge da uno studio coreano – pubblicato dagli U.S. Centers for Disease Control and Prevention (CDC) – che ha preso in considerazione 5.706 “pazienti zero” risultati positivi al test per il Coronavirus e più di 59.000 persone entrate…

Leggi

Bimbi pretermine: problemi cardiologici persistono fino all’età adulta

neonato incubatrice
Condividi:

(Reuters Health) – I neonati pretermine hanno una funzione ventricolare sinistra, ventricolare destra e sistolica compromessa rispetto a quelli nati a termine. Un nuovo studio indica che le differenze morfologiche e nella funzione cardiaca persistono fino alla prima età adulta. Alcuni ricercatori della Oxford Cardiovascular Clinical Research Facility hanno condotto una metanalisi di 32 studi osservazionali, includendo un totale di…

Leggi

Proteine vegetali, elisir di lunga vita

Condividi:

(Reuters Health) – Sostituire le proteine animali con quelle vegetali si associa a una minore mortalità per tutte le cause e per le malattie cardiovascolari. L’evidenza emerge da uno studio statunitense pubblicato da JAMA Internal Medicine. Alcuni ricercatori del National Cancer Institute – guidati da Jiaqi Huang – hanno analizzato i dati relativi a 237.036 uomini e 179.068 donne che…

Leggi