‘Baby massage’: per la salute della pelle, meglio senza oli

24 ottobre, 2016 nessun commento


Share

baby massageSecondo quanto emerge da uno studio guidato dall’Università di Manchester, nel Regno Unito, per il ‘baby massage’, il sempre più diffuso massaggio rilassante praticato ai neonati, è meglio non utilizzare gli oli. Anche quelli apparentemente più innocui, come ad esempio l’olio d’oliva, possono di fatto far aumentare il rischio di eczema e altri problemi della pelle.

Evidenze precedenti
Come riportano alcuni quotidiani britannici, lo studio evidenzia che sebbene alcune ostetriche raccomandino l’olio di oliva o di girasole per la pelle secca, poche sono state finora le ricerche su questi oli. Inoltre, una sempre maggiore cura della pelle dei bambini è legata a più casi di eczema, un problema che prima, negli anni 40, riguardava appena il 5% dei piccoli, mentre oggi sfiora la percentuale di circa il 30 per cento nel Regno Unito.

Lo studio
Per testare gli effetti dei due oli sulla pelle dei bambini, sono stati reclutati 115 nuovi nati. I bimbi sono stati divisi in tre gruppi (olio di oliva, olio di girasole e nessun olio). Al termine di un periodo di prova di 28 giorni in cui i piccoli sono stati trattati con poche gocce di entrambi gli oli sulla pelle due volte al giorno, lo sviluppo della struttura lipidica della pelle, che in sostanza fa da ‘barriera’ ed è molto importante, risultava ritardata rispetto al gruppo che non lo aveva utilizzato. Ciò può portare con maggiore facilità secondo gli studiosi, a sviluppare problemi della pelle come l’eczema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*