Berlino a convegno: presentato Programma Ue Frutta e Latte nelle Scuole

5 febbraio, 2016 nessun commento


Share

scuolaGrande interesse e partecipazione per il convegno dedicato al ‘Programma Ue Frutta e Latte nelle Scuole’ organizzato a Fruitlogistica – fiera leader per l’ortofrutta in corso a Berlino – nell’area Italy dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf) e dal Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (Crea). All’incontro hanno partecipato, tra gli altri, Jesu’s Zorrilla della Direzione Generale Agricoltura della Commissione Europea e il parlamentare europeo Paolo De Castro che ha tratto le conclusioni evidenziando l’interesse della Commissione verso il sostegno dei consumi di frutta e verdura, tanto che il Programma Frutta nelle Scuole diventerà Programma Europeo di Educazione Alimentare.

Le prospettive
Il progetto è il più importante d’Europa con 30 milioni di investimenti e il coinvolgimento di oltre 1 milione di bambini. “Le strategie future del Progetto Latte e Frutta nelle Scuole offriranno buone opportunità di sviluppo per il settore ortofrutticolo e lattiero-caseario italiano – ha detto Felice Assenza, Direttore Generale delle Politiche Internazionali e dell’Unione Europea del Mipaaf – con ricadute positive per la nostra agricoltura”.

Dati preliminari
I Programmi, che saranno portati nelle scuole primarie di tutta Italia a partire dall’anno scolastico 2017, contribuiranno a fornire gli strumenti per rispondere meglio ai problemi generali del calo dei consumi di frutta, verdura e di latte e dell’aumento dell’obesità nei più giovani” Il Capo Dipartimento delle politiche competitive, della qualità agroalimentare, ippiche e della pesca, Luca Bianchi ha messo in evidenza i risultati dell’esperienza italiana sul Programma Frutta nelle Scuole: “Una esperienza che ha senza dubbio avvicinato i giovani cittadini italiani ai prodotti, alla conoscenza degli stessi, ad un contatto più diretto con i prodotti freschi, non elaborati o edulcorati”. Bianchi ha ricordato come i risultati del Programma italiano “elaborati dall’Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare (Ismea) e Crea con uno studio di cui anticipo qui alcuni dati, evidenziano una crescita media dei consumi per famiglia a target obiettivo del progetto del 4,6% ( dati 2014 sul 2013) contro l’1,9% di crescita dei consumi famigliari in generale. Ad oggi abbiamo coinvolto oltre 1 milione di bambini ma occorre continuità e importanti misure di accompagnamento”.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*