Bimbi: con smartphone e tablet aumenta il rischio di miopia

Condividi:

(Reuters Health) – Secondo una nuova revisione sistematica e metanalisi pubblicata da The Lancet Digital Health, l’esposizione ai piccoli schermi di smartphone e tablet si associa a un aumento del rischio di miopia incidente nei bambini, a un equivalente sferico della miopia più elevato e a una maggiore lunghezza assiale.

I ricercatori del dipartimento di oftalmologia dell’Università di Melbourne – diretti da Joshua Foreman – hanno esaminato i dati relativi a 33 studi pubblicati che hanno coinvolto oltre 50.000 partecipanti e si sono focalizzati sugli esiti visivi associati all’uso di smartphone o tablet da soli o in combinazione con altre attività che richiedevano una visione da vicino.

Rispetto ai soggetti che non trascorrevano tempo davanti allo schermo, quelli che usavano smartphone e tablet avevano solo un rischio significativamente superiore di miopia (odds ratio 1,26). Quando i soggetti usavano anche i computer, il rischio aumentato di miopia era ancora più elevato (OR 1,77).

“L’eccessivo impegno in mansioni che richiedono la visione da vicino interrompe il normale sviluppo delle proprietà refrattive o di focalizzazione della luce dell’occhio, specialmente aumentando la lunghezza assiale dell’occhio stesso”, osserva Joshua Foreman.

Metà degli studi della metanalisi ha esaminato solo l’uso di smartphone e tablet, riscontrando un rischio aumentato di miopia. Una maggiore percentuale di studi, il 60%, ha rilevato un’associazione significativa con la miopia in base all’analisi di una combinazione d’uso di smartphone, tablet e computer.

Fonte: The Lancet Digital Health
Lisa Rapaport
(Versione Italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

Articoli correlati

Lascia un commento

*