Cuore: ecco la lista della spesa che fa bene

7 febbraio, 2017 nessun commento


Share

Susan Smyth, direttore medico del Gill Heart Institute presso la University of Kentucky, in occasione del mese del cuore che si celebra negli Stati Uniti, ha stilato una lista della spesa che fa bene al cuore. Tanta frutta e verdura fresche, un limite ai latticini e no allo yogurt che non sia quello bianco, no a cibi pronti e carni troppo lavorate. Questi gli alimenti da comprare per difendere la propria salute cardiovascolare, prevenire diabete, colesterolo alto, ipertensione e obesità, tutti fattori di rischio noti per il cuore.

Al supermercato
Si inizia la spesa nel reparto ortofrutta dove si dovrebbe fare un buon bottino di frutta e verdura fresche e colorate (i loro colori provengono dalle vitamine in esse contenuti).
No a insalate già condite e a salse da condimento già pronte, piene di sale e grassi cattivi.
Passando al reparto latticini è bene fare scelte non troppo grasse e vanno invece assolutamente evitati gli yogurt con frutta e aromi, una fonte nascosta di zuccheri (troppi, in un vasetto potrebbe esserci già metà di tutto lo zucchero che è possibile mangiare durante una intera giornata). Meglio quindi lo yogurt bianco naturale o greco.
Al reparto macelleria no assoluto a carni troppo lavorate come salami e wurstel; preferire le carni bianche. O meglio ancora saltare subito al banco del pesce, fonte di proteine animali e grassi più salutari della carne.
Al bancone del pane prendere quello ai cereali integrali che abbassano il colesterolo e riducono il rischio diabete. No al pane in cassetta e al pane bianco ricchi di sale e zuccheri aggiunti. Vanno bene i legumi in scatola ma naturali, senza salse.
Al reparto surgelati evitare pizze e altri cibi pronti, che hanno tanto sale e zuccheri aggiunti, preferire le verdure (una alternativa a quelle fresche) ma non già condite o con salse.
Infine al reparto bevande evitare succhi e bibite pieni di zuccheri.
L’importante è uscire dal supermercato con una spesa piena di colori naturali, concludono i cardiologi Usa.

Tag:, , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*