Cure estetiche in aumento anche come prevenzione

2 maggio, 2016 nessun commento


Share

pelle bellezzaSecondo quanto confermato dai dati di un’indagine della Società italiana di medicina a indirizzo estetico (Agorà-Amiest) relativa ai primi quattro mesi del 2016, la medicina estetica prosegue nella sua ascesa assumendo anche un valore preventivo. “Dopo un primo consulto nel 90% dei casi i pazienti consolidano il trattamento proposto dal medico estetico”, spiega Alberto Massirone, presidente di Agorà. “Interessante inoltre il dato che indica la frequenza con cui i medici intervistati hanno visto uno stesso paziente: si parla mediamente da 3 a 5 volte nel corso di questi primi mesi dell’anno (56%), ma è in crescita (18%) il numero di pazienti che si è recato dal medico specialista in medicina estetica da 5 a 8 volte nel medesimo periodo, dato che se si confermerà nei prossimi aggiornamenti del nostro Osservatorio nazionale della medicina estetica, indicherà un’ulteriore fidelizzazione tra medico estetico e paziente”.

Classifica dei trattamenti più richiesti
Si tratta dei primi dati dell’anno, che fotografano un settore che per l’87,0% degli intervistati è in crescita, con picchi di richieste in vista dell’estate (per il 31% degli intervistati è la stagione in cui si eseguono più trattamenti, in particolare quelli specifici per la cellulite e il grasso localizzato) con una clientela di età compresa per lo più tra i 36 e i 50 anni di età, rappresentata in prevalenza da soggetti di sesso femminile, ma con una percentuale di uomini in crescita. Nella classifica dei trattamenti più richiesti si confermano al primo posto quelli che aiutano a contrastate l’invecchiamento cutaneo e a rendere armonico ed equilibrato il viso come filler riassorbibili a base di acido ialuronico, seguito dalla tossina botulinica e dalla rivitalizzazione cutanea, che rappresentano insieme il 50% delle richieste, seguiti dai peeling chimici e dai trattamenti non invasivi dell’adiposità localizzata. Nella sfera maschile si invertono le prime due posizioni: al primo posto troviamo le richieste di tossina botulinica, seguita da filler riassorbibili a base di acido ialuronico, rivitalizzazione cutanea, peeling chimico e trattamenti non invasivi dell’adiposità localizzata.

Tag:, , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*