‘Dieta cattiva’ dei genitori intacca la salute dei nascituri

17 marzo, 2016 nessun commento


Share

gravidanzaPare che una dieta scorretta si possa ripercuotere anche su ovuli e spermatozoi, al punto da aumentare il rischio di obesità nei nascituri anche quando la gravidanza è surrogata. Lo afferma uno studio condotto su topi pubblicato da Nature Genetics, secondo cui l’effetto è di tipo epigenetico, non modifica cioè il Dna, ma influisce sull’espressione genica.

Lo studio
I ricercatori del German Research Center for Environmental Health di Norimberga hanno nutrito topi geneticamente identici con tre tipi di dieta, una con molti grassi, una con pochi grassi e una standard. Le cavie del primo gruppo hanno sviluppato obesità e resistenza all’insulina, uno dei segni premonitori del diabete di tipo 2. Il team ha poi prelevato ovuli e spermatozoi da tutti i gruppi per una fecondazione in vitro, impiantando poi gli embrioni in mamme sane, e nutrendo i piccoli con una dieta ricca di grassi. I topi figli di genitori obesi hanno mostrato una maggiore propensione a guadagnare peso e a sviluppare il diabete. Inoltre, “ci sono differenze tra figli maschi e femmine – spiegano gli autori – Le femmine sembrano più propense a guadagnare peso, mentre i maschi a sviluppare intolleranza al glucosio. La dieta della mamma sembra anche influire di più rispetto a quella del padre. Un andamento simile è stato osservato con alcuni studi epidemiologici nell’uomo”.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*