Dieta post-vacanze? Meglio ridurre le porzioni

24 settembre, 2018 nessun commento


Share

Durante l’estate si sa, concedersi qualche vizio in più è normale e fa anche bene al buon umore. E’ altrettanto vero però che al rientro qualche chilo di troppo è quasi assicurato. Per correre ai ripari senza troppi sacrifici e tornare al giusto peso basta ridurre le porzioni. A confermarlo è Giuseppe Fatati, direttore della Fondazione Adi (Associazione italiana di dietetica e nutrizione clinica), secondo il quale “se come primo piatto consumiamo mezza porzione invece di una porzione intera, riusciamo a risparmiare tra le 200 e le 300 kilocalorie, pari a 20-30 minuti di nuoto”.

Secondo un sondaggio dell’Osservatorio Nestlé, il 59% degli italiani in vacanza ha ecceduto con i cibi, mentre il 35% “ha dichiarato di mangiare in modo equilibrato una volta al giorno”. Per tornare in forma, prosegue Fatati, “è utile anche raddoppiare ad ogni pasto la quantità di fibre (alimenti soprattutto verdi), ma senza raddoppiare i condimenti. E per non arrivare a sera con i morsi della fame, ci si può concedere, verso metà pomeriggio, una bruschetta non troppo condita o delle crudité”.

Infine, un altro aiuto è quello di consumare i piatti preferiti in piatti di piccole dimensioni, come quelli da dessert. Secondo Carol Savage, dietologa nutrizionista per Nestlé Usa, “gli studi dimostrano che più grande è il piatto, più lo riempiamo con razioni abbondanti. E dato che tendiamo a finire la nostra porzione, mangiamo di più”.

Tag:, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*