Digiuno intermittente aumenta la pancetta e favorisce il diabete

12 giugno, 2018 nessun commento


Share

Praticare il digiuno intermittente aumenta la ‘pancetta’ e il rischio di diabete di tipo 2. È quanto emerge da un nuovo studio presentato al congresso annuale della Società Europea di Endocrinologia tenutosi a Barcellona. Il lavoro, condotto da ricercatori brasiliani, mostra che questa popolare dieta fast, anche se può fa perdere peso, nuoce al metabolismo e aumenta la produzione di insulina.

Caratterizzato da giorni in cui si limita drasticamente l’apporto calorico (a un quarto della dose giornaliera o meno) e nei giorni di “festa”, in cui si può mangiare tutto ciò che si desidera, questo regime alimentare è diventato famoso per i supposti vantaggi nel vivere più a lungo. Altri studi, però, avevano anche evidenziato il rischio di un aumento dello stress ossidativo e della produzione di radicali liberi, fattori che accelerano il processo di invecchiamento e danneggiamento del DNA.

Per chiarire i dubbi, i ricercatori dell’Università di San Paolo in Brasile, guidati da Ana Cludia Munhoz Bonassa, hanno studiato per tre mesi dei roditori adulti sani. Durante questo periodo, ne hanno monitorato i livelli di insulina, il loro peso corporeo e i radicali liberi. Alla fine del periodo, i ratti avevano perso peso, come previsto. Tuttavia, la distribuzione del loro grasso corporeo era cambiata in modo imprevisto: il tessuto adiposo addominale era aumentato e, come noto, questo fattore è legato a un aumento del rischio di diabete di tipo 2.

“Questo studio sperimentale ha dimostrato come il digiuno intermittente – commenta Giorgio Sesti, past president della Società Italiana di Diabetologia (Sid) e ordinario di Medicina interna all’Università Magna Graecia di Catanzaro – determina un aumento dei radicali liberi, indici di stress ossidativo, un danno delle cellule beta del pancreas che producono insulina, un aumento del grasso viscerale e un aumento dell’insulino-resistenza. Tutte queste alterazioni metaboliche hanno aumentato l’incidenza di diabete negli animali che vi sono stati sottoposti”. Questi risultati, aggiunge, “chiariscono che la perdita di peso attraverso diete che mettono sotto eccessivo stress il nostro organismo non sono adatte per perdere peso in modo sicuro e soprattutto duraturo”.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*