Dormono meno i bimbi che usano un “touchscreen”

18 aprile, 2017 nessun commento


Share

E’ bene che i genitori sappiano che i bambini sotto i tre anni che usano smartphone e tablet dormono meno di notte, e perdono in media circa 15 minuti di sonno per ogni ora di utilizzo quotidiano. Lo afferma uno studio pubblicato da Scientific Reports  proveniente da Birkbeck, un centro ricerche dell’Università di Londra.

Nello studio è stato chiesto a 715 genitori di riportare l’utilizzo dei dispositivi, ed è emerso che il 75% dei bimbi del campione aveva accesso a tablet e smartphone tutti i giorni, una percentuale che sale al 92% per quelli tra 25 e 36 mesi di età, e scende al 51% per quelli tra sei e undici mesi.

L’uso del touchscreen è risultato associato a un minore sonno notturno e a una maggiore quantità di sonno diurno. Un ‘effetto collaterale’ positivo è che l’utilizzo sembra essere associato a un più veloce sviluppo delle capacità motorie. “Le conclusioni non sono definitive, ma suggeriscono una associazione tra i touchscreen e possibili problemi nel sonno – spiega Tim Smith, uno degli autori. E’ ancora presto per dire se i dispositivi vanno o no vietati, per il momento l’atteggiamento migliore è seguire le regole dettate per l’esposizione alla tv, cioè mettere un limite alle ore di esposizione, assicurarsi che i bimbi facciano comunque attività fisica, controllare i contenuti ed evitare l’uso nell’ora che precede il momento di metterli a letto”.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*