Esercizio fisico: una pillola ne replica gli effetti?

3 maggio, 2017 nessun commento


Share

Secondo quanto è riportato sulla rivista Cell Metabolism, una pillola potrebbe replicare gli stessi effetti prodotti dall’esercizio fisico sul corpo attivando la ‘rete di geni’ che viene innescata con il movimento. Oltre a migliorare del 70% la resistenza fisica alla corsa, lo studio dei ricercatori dell’Howard Hughes Medical Institute, guidati da Ronald Evans, offre anche nuove speranze a chi soffre di malattie cardiache, polmonari, di diabete e altri problemi che possono limitare il movimento.

In passato lo stesso gruppo di studiosi aveva identificato un gene che viene ‘attivato’ dalla corsa, chiamato Ppard, e che in topi geneticamente modificati in modo da averlo sempre attivo, li faceva diventare dei corridori sulle lunghe distanze, resistenti all’aumento di peso e con una forte risposta all’insulina, tutti fattori che mostrano forma fisica.

Adesso hanno scoperto come innescare questo meccanismo in topi sedentari, grazie ad un composto chimico, che imita gli effetti benefici dell’esercizio fisico, come bruciare i grassi e diventare più resistenti. Con un composto chimico chiamato GW sono riusciti ad attivare il gene Ppard, con gli stessi effetti. I topi a cui è stato dato sono riusciti a correre sul tapis roulant, prima di cadere sfiniti, per 270 minuti, cioè il 70% di tempo in più rispetto ai topi che non avevano avuto il farmaco.

I muscoli però non mostravano i cambiamenti prodotti dall’esercizio fisico. ”L’esercizio attiva il gene Ppard, ma si può avere lo stesso risultato senza fare sforzo fisico”, commenta Weiwei Fan, primo autore dello studio. Il composto finora è stato testato sui topi, ma le aziende farmaceutiche si sono già mostrate interessate a testarlo sugli uomini.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*