Esporsi al sole, con moderazione, fa bene alla salute!

10 agosto, 2015 nessun commento


Share

shutterstock_245743594Nonostante le attuali tendenze culturali raccomandino di evitare il sole, l’esposizione ai raggi UV, come dimostrato da diversi studi, non solo fornisce i benefici della produzione di vitamina D, ma anche molti altri vantaggi per la salute non legati alla vitamina D.

Questo è quanto è stato riportato, in sostanza, in un nuovo documento di consenso sull’importanza di esporsi ai raggi solari, che è stato sviluppato in questi giorni dagli esperti dell’organizzazione americana no-profit GrassrootsHealth,  e realizzato da Cedric Garland, (Università della California, San Diego) Robert P. Heaney e John A. della Creighton University.

“Gli esseri umani si sono adattati per l’esposizione al sole nel corso di migliaia di anni e  a derivare numerosi benefici fisiologici dall’esposizione ai raggi UV, oltre alla vitamina D,” ha dichiarato Carole Baggerly, direttore esecutivo di GrassrootsHealth e co-autore del documento.

“Questi benefici superano di gran lunga quelli derivanti dalla assunzione di vitamina D con gli integratori, e, pertanto, le raccomandazioni della US Surgeon General (l’agenzia americana che si occupa dei servizi di salute pubblica) e di altri enti nazionali che enfatizzano di evitare l’esposizione al sole, stanno mettendo la salute degli americani a rischio” – “Sono, dunque, necessari ulteriori studi e nuove raccomandazioni”.

Il documento si conclude enfatizzando il concetto che “l’esposizione moderata” ai raggi UV è un modo naturale per migliorare la salute umana. Infatti, i pazienti affetti da tubercolosi cutanea e altre condizioni mostrano rapidi miglioramenti dall’uso dell’elioterapia (terapia del sole) inserita nei loro trattamenti. Ciò è coerente con i risultati di un sondaggio pubblicato questa settimana dalla GrassrootsHealth in cui il 99% dei dermatologi intervistati ritengono che l’esposizione ai raggi UV sia una forma possibile di trattamento per le malattie croniche della pelle non letali come la psoriasi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*