Estetica: all’uomo piace il botox, ma è l’insulina la nuova frontiera di bellezza unisex

22 novembre, 2017 nessun commento


Share

Nei rapporti sociali essere più belli è diventato un obbligo, sia per gli uomini che per le donne. E migliorare il proprio aspetto serve anche per sentirsi meglio con se stessi ogni giorno. Fino a qualche decennio fa la medicina estetica era appannaggio del gentil sesso; oggi le percentuali parlano chiaro registrando un numero sempre più alto di uomini che si affidano alle mani del chirurgo per modificare parti di sé che non amano.

Se il botulino è l’intervento prescelto dal 74% donne, la sua richiesta sale all’85% quando si tratta di uomini. Ma la nuova frontiera di bellezza per donne e uomini è l’insulina, la chiave che permette di aprire la cellula, favorendo la penetrazione dei principi attivi che si vogliono utilizzare. “Questo comporta un ringiovanimento del volto, perché potenzia tutti i trattamenti rigenerativi, dai filler alle classiche iniezioni. L’insulina deve essere a basso dosaggio, e quindi non ha alcun effetto a livello sistemico”, spiega Maria Albini, coordinatrice del Congresso internazionale Icamp, Scuola di Medicina estetica. Al Congresso, a cui prenderanno parte 500 specialisti, si parlerà anche dei nuovi dati sui trattamenti che vanno per la maggiore. In crescita la richiesta di filler per l’uomo, con un 13% in più rispetto al 2016. In particolare i maschi desiderano l’aumento di volume dell’arcata zigomatica.

In tema di liposuzione, la prima preoccupazione riguarda l’adiposità addominale che affligge due pazienti su tre. Le donne, dopo il botulino, chiedono trattamenti volumizzanti per zigomi, labbra e occhi: a richiedere il filler sempre più pazienti under 30.

Tag:, , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*