Grasso corporeo: quello sulle gambe non è legato a rischio ipertensione

16 Settembre, 2020 nessun commento


Condividi:

Ci sono le maniglie dell’amore, la pancetta e i fianchi larghi. Ognuno di noi tende ad accumulare grasso in parti del corpo differenti con un minore o maggiore impatto sul nostro senso estetico ed anche sulla nostra salute. Non tutto il grasso però “vien per nuocere”, si potrebbe azzardare a dire parafrasando un vecchio detto. Quello sulle gambe negli adulti sarebbe legato ad una minore probabilità di avere la pressione alta. A suggerirlo è una ricerca presentata nella sessione scientifica di Hypertension 2020, incontro dell’American Heart Association. C’è grasso e grasso insomma.

“Sebbene sappiamo con certezza che il grasso intorno alla vita sia dannoso per la salute, lo stesso non si può dire per il grasso delle gambe. Secondo i nostri risultati se si ha grasso intorno alle gambe molto probabilmente non si tratta di una cosa negativa e potrebbe persino proteggere dall’ipertensione”, spiega Aayush Visaria, ricercatore della Rutgers New Jersey Medical School che ha partecipato allo studio.

Per la ricerca, sono state analizzate circa 6.000 persone, il 24% delle quali aveva la pressione alta. Rispetto a quelli con percentuali inferiori di grasso alle gambe, i partecipanti con percentuali più elevate avevano il 61% di probabilità in meno di avere la pressione alta. Inoltre, il rischio per i partecipanti con una maggiore quantità di grasso alle gambe era inferiore del 53% per la pressione sanguigna diastolica alta e del 39% in meno per la pressione sanguigna sistolica alta. “Proprio come la circonferenza della vita viene utilizzata per stimare il grasso addominale, la circonferenza della coscia può essere uno strumento utile, sebbene sia un po’ ingombrante e non così ampiamente studiata”, aggiunge Visaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*