Gravidanza: corretta alimentazione protegge il cuore del nascituro

8 novembre, 2016 nessun commento


Share

gravidanza alimentazioneUna corretta alimentazione della donna in gravidanza, che sia ricca degli elementi nutritivi essenziali, è fondamentale non solo per la mamma, ma anche per la salute del cuore dei suoi bimbi. In altre parole, le donne che mangiano poco risultano malnutrite, perché non assumono gli elementi nutritivi essenziali, e hanno maggiore possibilità di avere dei bimbi con un cuore che invecchia prima. In termini di salute futura, questo significa per il bimbo nato una peggiore qualità di vita, una minore capacità di fare esercizio e soprattutto un’elevata suscettibilità a contrarre malattie come il diabete e l’ipertensione. E’ quanto emerge da uno studio condotto da un team multidisciplinare guidato da Geoffrey Clarke dello University of Texas Health Science Center e da Peter Nathanielsz dell’Università del Wyoming, pubblicato su The Journal of Physiology.

Studio sui babbuini

I ricercatori hanno scelto di studiare il cuore dei babbuini, in quanto è il modello che imita più da vicino lo sviluppo umano e l’invecchiamento. Hanno utilizzato una risonanza magnetica per studiare i cuori di babbuini maschi e femmine, focalizzando l’attenzione in particolare su quelli le cui madri avevano mangiato il 30% in meno rispetto al normale. Dai risultati è emerso che questi ultimi mostravano segni di ridotta funzione cardiaca che solitamente si osservano in età adulta avanzata. A partire da cinque anni di vita, pari a venti nell’uomo, la struttura e la funzione del cuore erano già compromesse. La malnutrizione – evidenziano gli studiosi – può riguardare sia i Paesi sviluppati che quelli in via di sviluppo. “La salute delle donne in gravidanza è di fondamentale importanza per quella dei loro figli- spiega Nathanielsz- la società deve prestare attenzione a migliorare l’alimentazione delle donne prima e durante la gestazione per prevenire esiti avversi nei bambini”.

Tag:, , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*