In caso di epidurale, meglio partorire da sdraiate?

6 novembre, 2017 nessun commento


Share

(Reuters Health) – Le madri al primo figlio che ricevono l’epidurale avrebbero una probabilità maggiore del 6% di avere un parto senza la necessità di intervenire con il forcipe o con altri strumenti se stanno sdraiate anziché in posizione eretta, durante il travaglio. A evidenziarlo è stato uno studio inglese pubblicato sul British Medical Journal e coordinato da Peter Brocklehurst, dell’Università di Birmingham.

Lo studio
I ricercatori hanno preso in considerazione 3.093 donne che avevano partorito tra il 2010 e il 2014. Una parte di queste aveva partorito in posizione eretta durante il travaglio, mentre la restante parte in posizione distesa. Nel complesso, il 41% delle madri che facevano il travaglio sdraiate aveva un parto naturale, contro il 35% di quelle che facevano il travaglio in piedi. Secondo i ricercatori, il motivo potrebbe essere dovuto al fatto che quando le donne sono in posizione eretta, il gonfiore dei tessuti sotto la testa del bambino potrebbe rendere più difficile per le donne spingere il bambino fuori. Inoltre, è possibile che quando le donne sono sdraiate, le contrazioni siano più produttive per aiutare il bambino a uscire.

Limitazioni dello studio
Una limitazione dello studio, invece, sarebbe dovuta al fatto che un maggior numero di donne apparteneva al gruppo di quelle che stavano in posizione eretta piuttosto che sdraiate. E questo potrebbe essere dovuto alle linee guida nel Regno Unito, che incoraggiano le donne a stare in piedi durante il travaglio. Inoltre, circa il 30% delle donne in Inghilterra sceglie l’epidurale, un metodo antidolorifico associato a un più lungo intervento degli operatori e a una maggiore probabilità che verrano usati strumenti chirurgici in ausilio del parto.

I commenti
“È un risultato importante sia per le donne che per i bambini, perché evitando l’ausilio di strumenti o il cesareo nella fase tardiva del travaglio, si evita qualsiasi trauma sia a lungo che a breve termine”, afferma Brocklehurst. Secondo Philip Hess, dell’Harvard Medical School, i risultati di questo studio sarebbero sorprendenti perché molti clinici ritengono che gli effetti aggiuntivi della gravità siano utili durante il parto, mentre questi dati “vanno contro questa convinzione”, afferma. Un dato ancora più importante quando le donne ricevono l’epidurale, che limita la forza nelle gambe e la capacità della donne di accovacciarsi. “Le donne dovrebbero sentirsi libere di scegliere la posizione più comoda per loro – sottolinea Hess -.Essere in piedi per un po’ di tempo può essere utile, ma è giusto sdraiarsi quando è il momento del parto”, ha concluso.

Fonte: British Medical Journal
di Lisa Rapaport

(Versione italiana Quotidiano Sanità)

Tag:,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*