Influenza: epidemia sotto livello di base

Condividi:

Complici le misure di prevenzione e distanziamento sociale messe in campo contro il Covid-19, l’influenza stagionale stenta a partire e rimane ferma sotto ai livelli di base. A rilevarlo sono i dati del bollettino della rete Influnet pubblicato dall’Istituto superiore di sanità. La tendenza, dovuta anche ad una maggiore adesione alle vaccinazioni, si registra in tutte le regioni d’Italia ed anche in Europa.

“In Italia, nella 2° settimana del 2021, l’incidenza delle sindromi simil-influenzali e si mantiene stabilmente sotto la soglia basale con un valore pari a 1,5 casi per mille assistiti – si legge nel bollettino aggiornato al 17 gennaio (RPT. gennaio) – Nella scorsa stagione in questa stessa settimana il livello di incidenza era pari a 8,5 casi per mille assistiti. In tutte le Regioni italiane che hanno attivato la sorveglianza il livello di incidenza delle sindromi simil-influenzali è sotto la soglia basale”.

Nella fascia di età 0-4 anni, scrivono gli esperti, l’incidenza è pari a 2,95 casi per mille assistiti, nella fascia di età 5-14 anni a 1,15 nella fascia 15-64 anni a 1,42 e tra gli individui di età pari o superiore a 65 anni a 1,05 casi per mille assistiti. Anche a livello europeo la stagione influenzale non è praticamente iniziata, scrive il sito Flu News Europe. “La stagione influenzale nella Regione Europea dell’Oms di solito è iniziata in questo momento dell’anno, ma nonostante la sorveglianza regolare l’attività influenzale rimane a livelli molto bassi”.

Articoli correlati

Lascia un commento

*