La menopausa si affronta con l’alimentazione giusta

10 luglio, 2015 nessun commento


Share

shutterstock_90623320Nello strettissimo legame tra alimentazione e salute c’è un percorso più delicato di altri: la menopausa. La donna che attraversa questa fase, ha bisogno di seguire una vera e propria strategia alimentare. Proprio a questo tema è stato dedicato un incontro, organizzato ad Expo 2015 dal Ministero della Salute, con Sara Farnetti, medico internista e specialista in nutrizione clinica. Tra i punti imprescindibili di questa strategia alimentare ci sono l’attenzione alla salute delle ossa, la prevenzione cardiovascolare e il controllo dei sintomi tipici della menopausa come le vampate di calore.

“Nei 2-3 anni che precedono la scomparsa del ciclo mestruale – spiegano gli esperti – si può già manifestare la sindrome menopausale. L’esaurimento della funzione delle ovaie e la diminuzione degli estrogeni sono alla base di sintomi come irregolarità mestruali, disturbi urogenitali, cistiti ricorrenti, fino all’atrofia vaginale. Aumenta inoltre il rischio di fratture per osteoporosi e quello cardiovascolare e compaiono disturbi non meno importanti come vampate di calore, cefalea, palpitazioni, ansia e depressione e insonnia”. La menopausa, ha spiegato la dottoressa Farnetti, “è una condizione fisiologica, naturale. Nutrirsi in modo adeguato, scegliendo alimenti e associazioni alimentari su misura, è indispensabile per viverla bene e sentirsi al meglio”.

L’alimentazione in menopausa deve contenere proteine, vitamine e minerali per prevenire l’osteoporosi. “Molto importante è consumare, ad ogni pasto, frutta e verdura verde e gialla, come uva, kiwi, arance, carote, peperoni, broccoli, uova, ma non bisogna dimenticare di aggiungere la vitamina E dell’olio extravergine che rende davvero efficace l’azione di queste sostanze”. Andranno poi “limitati gli alimenti ad elevato carico glicemico, utilizzati prevalentemente grassi vegetali monoinsaturi e aumentato l’apporto di acidi grassi essenziali della seri omega 3 per prevenire il declino cognitivo oltre che le malattie cardiovascolari”. Nel pasto serale, in particolare, “è bene evitare sostanze stimolanti che favoriscono l’insonnia e le vampate di calore. Poi, è opportuno mangiare di più cibi ricchi in antiossidanti e fitoestrogeni, come broccoli, cipolle, aglio, legumi, salvia e rosmarino”. In conclusione, “nella menopausa è importante adottare un adeguato stile di vita e la giusta strategia alimentare”: possono prevenire e migliorare certi disturbi caratteristici di questa fase della vita che, in ogni caso, “deve essere considerata come fisiologica”.

Tag:, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*