Il peso dell’adolescenza grava sulla sessualità

10 luglio, 2015 nessun commento


Share

gravidanzaSecondo i risultati dello studio University of Michigan Health System pubblicato sulla rivista The Journal of Pediatrics che ha coinvolto quasi 1.000 adolescenti, le giovani sessualmente attive hanno minore probabilità di usare un metodo contraccettivo, rispetto alle coetanee normopeso, con elevato rischio di gravidanze indesiderate. E le adolescenti obese che, invece, fanno uso di un contraccettivo, non ne sono abbastanza consapevoli.

I ricercatori hanno analizzato 26.545 interviste tratte da un giornale di sorveglianza delle pratiche sessuali e hanno determinato l’uso di contraccettivi  da uno studio longitudinale che riguardava 900 donne di 18-19 anni nello stato del Michigan. Essi hanno quindi esaminato l’associazione tra il peso e i comportamenti sessuali.

” Negli Stati Uniti il tasso di gravidanza nelle adolescenti è uno dei più alti nel mondo occidentale e sappiamo che le adolescenti incinte hanno maggiori probabilità di gravidanze e nascituri a rischio”, dice l’autore Tammy Chang,  specialista in medicina di famiglia presso la Medical School della Michigan University.

“Ridurre la gravidanza adolescenziale è una priorità nazionale di salute pubblica e abbiamo bisogno di capire che le adolescenti sono esposte a un maggior rischio di gravidanza. I nostri risultati suggeriscono che l’obesità associata con il comportamento sessuale delle donne adolescenti, può essere un fattore importante .”

Un quarto di tutte le donne degli Stati Uniti rimangono incinte almeno una volta intorno ai 20 anni e questo studio dimostra che le donne tra i 18 e i 19 anni hanno preoccupanti tassi di gravidanze indesiderate. Inoltre, un precedente studio, condotto da Chang, ha evidenziato che le donne che partoriscono da adolescenti sono esposte a un aumento del rischio di obesità più tardi nella vita.

In più, le donne obese che restano incinte hanno un rischio maggiore per il diabete gestazionale, i disturbi ipertensivi, la trombosi, il taglio cesareo,  di figli nati morti e di lesioni connesse alla nascita.
I loro figli, tra l’altro, hanno anche maggiori probabilità di essere ammessi alla terapia intensiva neonatale. E un quinto delle adolescenti statunitensi sono obese.

“Capire i comportamenti sessuali dalla condizione del peso tra le adolescenti è una questione critica a causa del rischio di esiti pericolosi per mamme e figli associati con l’obesità”, ribadisce Chang.

Mentre le differenze dell’uso di contraccettivi sono significative tra le ragazze obese rispetto alle coetanee normopeso, in questo nuovo studio, i ricercatori non hanno trovato differenze negli altri comportamenti sessuali, compreso il numero di partner, la frequenza dei rapporti sessuali o la lunghezza delle relazioni.

Gli autori notano che le adolescenti obese hanno dimostrato di essere diverse dai coetanei normopeso in diversi modi, tra questi vi è la  bassa autostima che può ostacolare la preparazione per il sesso (per esempio chiedendo il metodo utile al medico o al farmacista). A tutto questo si aggiungono le barriere socioeconomiche e una limitata cultura della salute, che sono già di per sé considerati come fattori di rischio per l’obesità.

“Con la comprensione delle barriere che espongono alcuni gruppi di adolescenti a maggior rischio di gravidanze indesiderate, i medici e i ricercatori saranno in grado di adattare gli interventi correttivi per aiutare gli adolescenti a fare scelte sessuali più sane”, dice Chang.

Tag:, , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*