Mangiare lentamente aiuta i bimbi a perdere peso

22 dicembre, 2015 nessun commento


Share

shutterstock_122080975Sembra che si possa aiutare i bambini ad avvertire meglio la sazietà e a non mangiare troppo, semplicemente aspettando 30 secondi tra un boccone e l’altro, con un risultato veramente positivo: i piccoli perdono peso pur non modificando, in alcun modo, la loro alimentazione.

Lo rivela uno studio pubblicato sulla rivista Pediatric Obesity e condotto da un team internazionale di ricercatori coordinati da Marcos Intaglietta della University of California a San Diego. I ricercatori hanno seguito per un anno un gruppo di bambini tra i 6 e i 15 anni chiedendo a metà di loro di mangiare lentamente, aspettando 30 secondi tra un boccone e l’altro.

Per aiutarli in questa piccola impresa e rendere l’esperimento divertente i medici hanno fornito loro una clessidra che scandiva questi trenta secondi e che bisognava capovolgere ad ogni boccone. L’altra metà del campione, invece, doveva semplicemente mangiare al proprio ritmo, senza clessidra. Nessuna modifica alla dieta è stata imposta ai partecipanti. A 6 e 12 mesi dall’inizio dell’esperimento i ‘bambini della clessidra’ sono dimagriti mediamente del 5%. Il gruppo di controllo che ha mangiato senza scandire il ritmo dei bocconi con la clessidra, e quindi alla loro velocità naturale, è invece ingrassato, fino a circa il 12% in più dopo 12 mesi. Questa è la prima sperimentazione clinica controllata che dimostri come un semplice intervento come quello di contare 30 secondi tra un boccone e l’altro possa aiutare a non ingrassare e addirittura a perdere peso.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*