Meditare potenzia gli effetti della dieta

Condividi:

Meditare potrebbe potenziare gli effetti di una dieta dimagrante. A evidenziarlo è uno studio pilota pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism che associa appunto gli effetti delle diete a tecniche di meditazione mindfulness.

La ricerca è stata condotta da Petra Hanson dell’università di Warwick e ha coinvolto 53 pazienti tutti arruolati in un programma di dimagrimento della durata di sei mesi. Una parte (33 pazienti) del campione oltre a seguire la dieta ha anche frequentato 4 lezioni di mindfulness, imparando pratiche di meditazione e la terapia cosiddetta della ”mente compassionevole” contro l’eccesso di autocritica e per aumentare la fiducia in se stessi.

Ebbene rispetto ai 20 pazienti che hanno solo seguito la dieta, a distanza di sei mesi coloro che avevano anche frequentato le classi di mindfulness erano dimagriti in media quasi tre chili in più a parità di programma di dimagrimento seguito. “I questionari che abbiamo somministrato ai pazienti indicano che l’allenamento mindfulness può aiutare a migliorare il loro rapporto col cibo”, sostiene Hanson.

“Gli individui che hanno completato il corso mindfulness dicevano di essere migliorati nel pianificare i pasti  e di avere acquisito più fiducia nelle proprie capacità di portare avanti la dieta. Simili corsi – conclude – potrebbero essere rivolti a una più ampia popolazione magari trasformandoli in strumenti digitali alla portata di tutti”.

“La pratica Mindfulness ha un enorme potenziale come strategia per raggiungere e mantenere salute e benessere”, ha dichiarato il coordinatore del lavoro Thomas Barber del Warwickshire Institute for the Study of Diabetes Endocrinology and Metabolism presso le University Hospitals Coventry and Warwickshire NHS Trust.

Articoli correlati

Lascia un commento

*