Nanoterapeutici dalle foglie di tè per la prevenzione della colite

Condividi:

Sebbene i nanoterapeutici sintetizzati (Nt) siano interessanti per il trattamento orale delle malattie del colon, le loro traduzioni cliniche sono limitate dai risultati terapeutici insoddisfacenti, dai potenziali effetti avversi e dall’alto costo della produzione di massa.

Un recente lavoro ha analizzato lo sviluppo di Nt naturali derivati dalle foglie di tè. Questi Nt naturali simili a esosomi sono risultate contenere grandi quantità di lipidi, alcune proteine funzionali e molte piccole molecole bioattive. In particolare, i gruppi di galattosio sulla superficie delle Nt potrebbero mediare la loro internalizzazione specifica da parte dei macrofagi attraverso l’endocitosi mediata dal recettore del galattosio.

Inoltre, questi Nt sono stati in grado di ridurre la produzione di specie reattive dell’ossigeno, inibire l’espressione di citochine pro-infiammatorie e aumentare la quantità di IL-10 anti-infiammatoria secreta dai macrofagi.

Gli NT somministrati per via orale potrebbero inibire efficacemente le risposte infiammatorie intestinali, ripristinare le barriere coloniche danneggiate e migliorare la diversità e l’abbondanza complessiva del microbiota intestinale, prevenendo o alleviando così le malattie infiammatorie intestinali e il cancro al colon associato alla colite.

Questo studio porta quindi nuove intuizioni alla facile applicazione di una nanopiattaforma naturale versatile e robusta per la prevenzione e il trattamento delle malattie del colon.

(Biomaterials, 10.1016/j.biomaterials.2021.121178)

di Michela Perrone

Articoli correlati

Lascia un commento

*