Noci, mandorle, nocciole dimezzano il rischio di recidiva di tumore del colon

5 giugno, 2017 nessun commento


Share

Uno studio statunitense condotto su un campione di 826 pazienti con cancro al colon e presentato al congresso della Società americana di oncologia clinica (Asco) dal Dana Faber Cancer Institute, aggiunge effetti benefici al consumo di frutta secca a guscio. Nei soggetti che sono già stati colpiti da tumore al colon e che sono anche consumatori regolari di nocciole, noci e mandorle, il rischio che si ripresenti la malattia è quasi dimezzato.

In particolare lo studio ha evidenziato che il consumo di ‘noci d’albero’ – ovvero mandorle, noci, nocciole, anacardi e noci pecan – quasi dimezza il rischio di recidiva di cancro al colon (-42%) e riduce del 57% il rischio di morte. Dunque, mentre vari studi hanno provato il ruolo della dieta come arma di prevenzione contro il cancro, questa ed altre ricerche, affermano gli autori, ne dimostrano l’efficacia anche rispetto alla riduzione di recidive e mortalità.

Questi nuovi studi, ha sottolineato il presidente Asco Daniel Hayes, “mostrano chiaramente come, in aggiunta ai trattamenti oncologici standard che hanno ridotto notevolmente la mortalità per cancro al colon-retto, ciò che i pazienti mangiano, bevono e fanno dopo la chemioterapia può fare la differenza. I pazienti spesso ci chiedono cosa possono fare, oltre alla chemioterapia, per prevenire il ritorno del tumore, e la buona notizia è che abbiamo indicazioni importanti sulla base di dati consistenti”. Ma attenzione, avverte Haynes, “non si sta dicendo che un sano stile di vita da solo possa sostituire la chemioterapia o gli altri trattamenti contro il cancro al colon, che restano fondamentali, bensì che gli stili di vita possono ridurre considerevolmente il rischio che il cancro ritorni”.

Tag:, , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*