Non prendere peso a Natale: basta poco

14 Dicembre, 2018 nessun commento


Condividi:

(Reuters Health) –  Feste senza “grasso aggiunto” se si segue un breve programma di osservazione e mantenimento del peso. È il risultato di uno studio condotto nel Regno Unito e pubblicato da BMJ.

Lo studio
Amanda Farley e colleghi, dell’Università di Birmingham, hanno reclutato 272 partecipanti adulti nel novembre e nel dicembre del 2016 e 2017 e li hanno seguiti per circa 45 giorni. Quelli assegnati al programma di prevenzione dell’aumento di peso hanno perso in media 0,13 kg, mentre il gruppo di controllo ha guadagnato 0,37 kg durante le festività natalizie.

“Soltanto il giorno di Natale, una persona può consumare 6.000 calorie, il triplo rispetto alla quantità giornaliera raccomandata”, osserva Amanda Farley.

Precedenti ricerche avevano riscontrato che i periodi di festa sono i momenti in cui spesso le persone prendono peso, senza tendere a perderlo dopo le Feste. Poiché anche un aumento di peso di 453 o 957 grammi all’anno durante le feste si accumulerà nell’arco di dieci anni, il team ha voluto esplorare metodi per contribuire alla prevenzione di questo aumento di peso fin dall’inizio.

I ricercatori hanno solamente detto ai partecipanti avrebbero partecipato a uno studio sull’aumento di peso in inverno. Circa la metà sono stati assegnati a caso a ricevere una brochure generale sulla vita sana.

L’altra metà ha ricevuto il consiglio di pesarsi frequentemente, idealmente ogni giorno, e di “riflettere sull’andamento del peso”. Inoltre, ha potuto contare su 10 suggerimenti su come gestire il peso e su un elenco grafico di cibi delle Feste con il quantitativo di esercizio fisico richiesto per compensare il contenuto calorico di ognuno.

I 10 consigli per la gestione del peso hanno incluso l’adesione a una routine dei pasti regolare, la scelta di opzioni a basso contenuto di grassi, una camminata di 10.000 passi al giorno, la scelta di snack sani, la lettura delle etichette dei cibi, una riflessione più prolungata su grandi porzioni e secondi, una riduzione della sedentarietà, la riduzione di alcolici e bevande dolci, un maggior tempo dedicato ai pati e l’inclusione nella diera di cinque porzioni di frutta e verdura al giorno.

L’80% dei partecipanti era di sesso femminile, un terzo era normopeso, più di un terzo sovrappeso e il resto obeso. L’obiettivo dei ricercatori era che i partecipanti non prendessero più di 500 grammi durante le Feste.

Invece, il team ha scoperto che il gruppo studiato ha perso in media poco peso, mentre quello di controllo ne ha guadagnato un po’. La differenza nell’aumento di peso tra i due gruppi era 0,49 kg, una cifra statisticamente significativa secondo il team.

Il follow up
Sulla base delle risposte ai questionari durante il follow-up, le persone del gruppo su cui si è intervenuto hanno totalizzato punteggi più alti per aver praticato la “restrizione cognitiva”. Tuttavia, non sono emerse differenze significative tra i gruppi in termini di cambiamento della percentuale di grasso corporeo, alimentazione emotiva o alimentazione incontrollata.

“Molte persone prendono peso a Natale, ma non è inevitabile”, aggiunge Farley. “È possibile porre un certo freno al consumo di cibi e bevande e seguire semplici indicazionii per essere attivi mentre ci si gode il periodo delle Feste”.

Fonte: BMJ 2018
Carolyn Crist
(Versione Italiana Quotidiano Sanità/Nutri & Previeni)

Tag:, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*