Obesità globale: il peso del contesto socioculturale

1 ottobre, 2015 nessun commento


Share

shutterstock_20163661Nei paesi ricchi, l’obesità è più comune tra le persone di scarso livello culturale, mentre nei paesi poveri o in via di sviluppo, l’obesità è più comune tra chi ha un elevato livello d’istruzione. Questo è quanto, in sostanza, è stato dimostrato in un nuovo studio del Norwegian Institute of Public Health, che conferma  le ricerche precedenti.

Studi precedenti hanno dimostrato che il numero di persone con obesità aumenta con il prodotto interno lordo (PIL) di un paese. E hanno inoltre indicato che l’educazione può essere un fattore importante in questo contesto. L’obiettivo di questo nuovo studio è stato quello di approfondire l’ipotesi, da studi precedenti, che l’obesità possa essere legata al PIL (Prodotto Interno Lordo) e all’istruzione, includendo i nuovi dati provenienti da diversi paesi.

Per questo nuovo studio i ricercatori hanno incluso dati aggiornati e considerato un campione molto più ampio rispetto a quello che è stato fatto in studi precedenti. In totale, sono stati inclusi, i dati provenienti da 70 paesi.

I risultati di questo studio confermano che esiste un’associazione tra obesità, livello di educazione (grado d’istruzione) e il valore del PIL. In pratica si è visto che la prevalenza di obesità aumentava con l’aumento del PIL, ma solo tra le persone con bassi livelli di istruzione. Non vi è alcun significativo aumento dell’obesità tra quelli con istruzione superiore. Lo studio ha anche riscontrato che l’associazione era un po’ più marcata tra le donne che tra gli uomini.

“Quando i paesi diventano più ricchi, si verificano cambiamenti nelle condizioni di vita che colpiscono prevalentemente il peso di quelli con basso livello di istruzione”, spiega l’autore Jonas Minet Kinge ricercatore presso il Norwegian Institute of Public Health e professore associato presso il Department of Health Management and Health Economics presso la University of Oslo.

“Per esempio, la letteratura precedente suggerisce che bassi livelli di istruzione nei paesi più poveri si associano con  limitate risorse disponibili per il consumo di cibo in eccesso, e il lavoro era fisicamente più impegnativo. Queste condizioni limitano l’obesità tra quelli con basso livello di istruzione nei paesi in via di sviluppo”, dice Kinge.

“Nei paesi ricchi con economie basate in gran parte sui servizi e sulle tecnologie industriali, la maggior parte delle persone possono permettersi cibi ricchi di calorie e ci sono, nel complesso, meno posti di lavoro per un lavoro fisicamente impegnativo. Questo aumenta la prevalenza di obesità tra quelli con basso livello di istruzione nei paesi ad alto PIL “, spiega Kinge.

Il motivo per cui l’associazione è risultata più pronunciata nelle donne che negli uomini è meno chiaro. I ricercatori hanno raccolto dati relativi al grado d’istruzione, all’età, al sesso, all’altezza e al peso da 70 paesi diversi. E hanno usato metodi statistici diversi per analizzare l’associazione tra obesità e PIL con il grado d’istruzione.

Un punto di forza di questo studio è che comprendeva molti paesi, ma è importante sottolineare che lo studio non ha esaminato la causalità. I ricercatori, dunque, non possono definire con precisone, ad esempio, se sono l’istruzione e il PIL che influenzano l’obesità o viceversa. Né si può escludere che i risultati siano influenzati da altri fattori non inclusi nello studio. Un’altra limitazione dello studio è che ha usato altezza e peso auto-riferiti, il che potrebbe aver introdotto errori da misure non precise.

Tuttavia, Kinge ritiene che i risultati di questo studio possano essere utili per il lavoro di promozione della salute, sottolineando l’interazione tra fattori sociali ed economici e l’obesità.

Tag:, , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*