Obesità materna e complicanze dei neonati

19 settembre, 2018 nessun commento


Share

(Reuters Health) – I bambini nati da madri obese hanno maggiori probabilità di fronteggiare complicazioni alla nascita, anche se la mamma non ha ipertensione o diabete.
Sono i risultati di un nuovo studio pubblicato da Obstetrics and Gynecology.

Lo studio
Brock Polnaszek e colleghi, del Barnes-Jewish Hospital and Washington University di St. Louis, hanno studiato 3.311 donne obese e 3.147 non obese che hanno avuto parti vaginali a termine. Nessuna di loro aveva diabete o ipertensione. Circa il 9% dei bambini nati da madri obese ha avuto complicanze, rispetto al 7% dei figli nati da donne non obese. In particolare, questi bambini hanno fatto registrare maggiori probabilità di sviluppare sepsi, benché i risultati della coltura batterica mostrassero che i tassi di sepsi effettiva non variavano tra i due gruppi. Inoltre, i nati da madri obese avevano maggiori probabilità di avere un’encefalopatia ipossico-ischemica e necessitavano del trattamento con ipotermia.
Le donne obese, infine, avevano una maggiore probabilità di dover essere indotte al parto, di un cesareo pregresso, di vivere una prima parte del travaglio più lunga. I loro figli hanno fatto registrare un più alto peso alla nascita.

Fonte: Obstet Gynecol 2018

(Versione italiana Quotidiano Sanità/Nutri&Previeni)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*