Obesità: un aiuto dai cibi ‘monoporzione’

31 maggio, 2016 nessun commento


Share

alimenti porzioneConsumare cibi confezionati in singole porzioni può essere d’aiuto per contrastare il sovrappeso. Uno studio statunitense pubblicato sulla rivista Obesity rivela infatti che chi mangia pasti a porzione controllata perde più peso rispetto a chi autonomamente seleziona il cibo da mangiare, e vede anche migliorare i livelli di colesterolo ‘cattivo’ nel sangue.

Lo studio
Il team della Scuola di Medicina dell’Università della California-San Diego ha arruolato 183 adulti in uno studio durato 3 mesi, prevedendo per tutti, all’inizio del periodo, un confronto con un nutrizionista per aver consigli di sana alimentazione. Al termine dell’osservazione, si è visto che il 74% dei partecipanti che avevano consumato quotidianamente due pasti confezionati in porzioni controllate aveva raggiunto una perdita di peso di almeno il 5%, rispetto al peso iniziale, mentre questo risultato era stato raggiunto solo dal 53% di chi aveva mangiato pasti auto-selezionati. Inoltre in media, i primi avevano perso circa l’8% del peso corporeo iniziale, i secondi il 6%. “La riduzione dell’apporto di energia è un fattore chiave per la perdita di peso, ma può essere difficile da mettere in pratica per la maggior parte delle persone con sovrappeso o obesità. Questa strategia è un passo avanti verso la realizzazione di soluzioni efficaci, basate su prove”, ha commentato Martin Binks, portavoce della Obesity Society.

Tag:,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*