Occhio agli impasti crudi: sono ricchi di batteri

20 giugno, 2016 nessun commento


Share

impasto crudo biscottiLa Food and drug administration (Fda), agenzia statunitense che regola la sicurezza di farmaci e cibi, raccomanda, dal proprio sito, di non assaggiare o leccare i resti dell’impasto di una torta o di biscotti fatti in casa o comprati, prima di infornarli, cioè quando sono ancora crudi. C’è il rischio infatti di venire a contatto con batteri pericolosi come quello della Salmonella o l’ E. coli. Solo con la cottura infatti si uccidono questi batteri pericolosi.

Le raccomandazioni
Se dopo aver assaggiato questi prodotti crudi si hanno crampi allo stomaco, febbre, vomito o diarrea, il consiglio è di chiamare subito il medico. Chiunque, di qualsiasi età o condizioni di salute, può ammalarsi e addirittura morire per la potenziale contaminazione dei batteri associati agli impasti crudi. I più a rischio sono le persone con sistema immunitario debole, come i più giovani, gli anziani o chi assume farmaci che sopprimono le difese immunitarie (come quelli per l’artrite reumatoide).

Anche le donne incinte devono stare molto attente nel seguire le istruzioni di cottura, visto che i batteri sono molto pericolosi anche per il feto. La Fda raccomanda quindi di non mangiare crudo nessun impasto di biscotti o altri prodotti da infornare o cuocere, seguire le istruzioni di cottura per tempi e temperatura, lavare mani, superfici e utensili venuti a contatto con l’impasto, e tenere i cibi crudi separati dagli altri mentre li si prepara, per evitare qualsiasi contaminazione.

Tag:, , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*