Problemi respiratori: un possibile aiuto dalle vitamine A, E e D

Condividi:

Un elevato apporto di vitamine A, E, e D da alimentazione e integratori potrebbe diminuire i problemi respiratori negli adulti, dal comune raffreddore all’asma. A dirlo è ricerca della School of Public Health dell’Imperial College di Londra condotta da Suzana Almoosawi e pubblicata su BMJ Nutrition Prevention & Health. Inoltre, per la particolare situazione di emergenza da Covid-19 che stiamo vivendo, la scoperta potrebbe risultare ancora più importante.

Dallo studio, che ha coinvolto 6115 adulti, emerge che le vitamine A, D, C ed E sono state più volte legate a un miglior funzionamento del sistema immunitario. Con la pandemia di coronavirus, inoltre, molti studi convergono sulla possibilità di un effetto potenzialmente preventivo della vitamina D contro l’infezione da SARS-CoV-2 e protettivo nel caso in cui si contragga il virus e si sviluppi la malattia nelle forme meno gravi.

Di qui l’idea di studiare questa e altre vitamine in relazione ai malanni respiratori. Gli esperti hanno raccolto dati su alimentazione e assunzione di integratori vitaminici da parte del campione e poi informazioni sui loro eventuali problemi respiratori.

È emerso che, a parità di fattori potenzialmente influenti per il rischio di problemi respiratori, coloro che dichiaravano di assumere più vitamine A (presente in carote, latticini, agrumi, verdure a foglia verde etc), E (in oli vegetali, semi e frutta secca) e D (soprattutto se assunta sotto forma di integratori) lamentavano meno malanni respiratori. Pur trattandosi di uno studio solo osservazionale, i risultati confermano l’impatto positivo di una nutrizione sana sulla salute generale e sul buon funzionamento del sistema immunitario.

Articoli correlati

Lascia un commento

*