Psicologia: 56% donne di mezza età accetta cambiamenti fisici

27 maggio, 2016 nessun commento


Share

donna specchioQuando sopraggiungono i cambiamenti fisici della mezza età alcune donne mostrano di accettarsi migliorando l’approvazione verso sé stesse, mentre altre diventano più critiche verso tali cambiamenti con un calo della propria autostima e si aspettano un triste futuro. Ebbene, secondo quanto suggerito da un nuovo studio australiano, le differenti prospettive di visione della vita sono legate alla capacità di accettare i cambiamenti fisici legati all’età.

Lo studio
La ricerca della docente di psicologia Susan Paxton, dell’Università La Trobe di Melbourne, si è basata sulle risposte di ascoltatrici dopo un programma Tv in cui lei parlava degli aspetti psicologici della ‘body image’ di salute e di benessere, nelle donne che entrano nella mezza età. Nello studio pubblicato sul Journal of Women and Ageing, Paxton e i colleghi hanno analizzato oltre 100 risposte di una pagina Facebook di promozione del programma, alla domanda: “la voce nella tua testa diventa più gentile quando invecchi?”. Il 56% dei commenti suggeriva che la ‘voce’ era diventata più gentile, mentre la donne accettavano i cambiamenti fisici come normali.

“Se aumentano di peso o compaiono le rughe, lo vedono come parte normale dell’invecchiamento e si sentono a proprio agio, ciò non disturba il senso di sé stesse”, scrive Paxton. “E’ più probabile che diano valore a salute e benessere piuttosto che all’apparenza”. D’altra parte il 40% dei commenti suggeriva che la voce non diventava più gentile con l’età. Segno che la donna trovava difficile accettare di essere così differente dall’ideale giovanile proiettato dalla pubblicità e dai media. “Queste donne sono preoccupate di essere diventate ‘invisibili’. Reagiscono negativamente ai cambiamenti fisici e sono molto consapevoli di quanto siano idealizzati nella nostra cultura i corpi giovanili”, osserva Paxton.

Spiega la psicologa
Secondo la studiosa, è importante comprendere perché alcune donne sono più preoccupate di altre per la propria immagine, il che può portare a problemi fisici e mentali, come senso di imbarazzo e ansia, disturbi alimentari e riluttanza a comparire in pubblico, riducendo così la quantità di esercizio fisico e di socializzazione. “Diventano introverse e non raggiungono il proprio pieno potenziale. Sono cose che possono rendere una persona molto infelice”, osserva Paxton. Lo studio conferma l’utilità di una psicoterapia cognitivo-comportamentale per aiutare le donne nella mezza età, scoraggiandole dal paragonarsi con le più giovani e incoraggiandole ad accettare i cambiamenti fisici e ad adottare comportamenti di cura di sé stesse, che migliorano lo stato di salute e di benessere, aggiunge la psicologa.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*