Sport: la musica migliora prestazioni in palestra

10 Gennaio, 2020 nessun commento


Condividi:

La scienza conferma: allenarsi a suon di musica migliora le prestazioni. Un’ampia revisione di quasi 140 studi, prima nel suo genere, sottolinea come ci siano prove chiare che la musica non solo renda l’esercizio più facile e divertente, ma si traduce in un allenamento più produttivo ed efficiente.

La ricerca, della University of Southern Queensland in Australia e pubblicata su Psychological Bulletin, ha analizzato studi condotti nel lontano 1911 così come nel 2017. Complessivamente, le persone coinvolte sono state quasi 3.600. L’impatto della musica è stato valutato per il modo in cui ha fatto sentire una persona durante gli allenamenti, per come ha influenzato la percezione della difficoltà dell’esercizio e per l’impatto sull’uso di ossigeno e sulla frequenza cardiaca. Il team di ricerca ha anche esplorato il modo in cui ha influenzato la capacità di una persona di mantenere o massimizzare le prestazioni, ad esempio, potenzialmente aiutandola a sollevare i pesi meglio o a correre più veloce o più a lungo.

Dall’analisi è emerso che la musica ha avuto un impatto limitato ma notevolmente benefico. Ha migliorato in modo significativo la sensazione positiva che le persone provavano mentre praticavano sport e ha anche reso meno arduo il completamento delle attività fisiche, migliorando al contempo il consumo di ossigeno.

“Forse è per questo – spiega l’autore principale della ricerca, Peter Terry – che la musica è stata descritta come una ‘droga’ che migliora le prestazioni”. L’unico punto interrogativo è risultato l’impatto sulla frequenza cardiaca, perché era difficile capire se l’aumento fosse collegato a un vantaggio o meno. Lo era in caso di attività fisica di resistenza, ma non di potenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*