Stress infantile aumenta il peso nelle donne

12 luglio, 2015 nessun commento


Share

shutterstock_251801584Uno studio nazionale americano condotto da un sociologo della Michigan State University suggerisce che per ciò che riguarda l’aumento di peso nelle donne, lo stress durante l’infanzia potrebbe essere un colpevole più forte dello stress durante l’età adulta. È interessante notare, però, che nessuno dei due, né lo stress infantile né quello in età adulta è stato associato a un aumento di peso per gli uomini.

Lo studio finanziato dal governo federale degli USA, che appare online sulla rivista Social Science & Medicine, è il primo ad esaminare le conseguenze dello stress sul cambiamento di peso per tutta la vita.

“Questi risultati aggiungono alla nostra comprensione di come lo stress infantile sia un fattore più importante rispetto allo stress degli adulti, sull’aumento di peso a lungo termine e come tali processi siano diversi per uomini e donne”, ha detto Liu Hui, professore associato in sociologia ed esperto in statistica basata sulla salute della popolazione e della famiglia.

Liu Hui e la sua collaboratrice  Debra Umberson (Università del Texas) hanno analizzato i dati del Americans’ Changing Lives, un sondaggio nazionale in cui i partecipanti sono stati intervistati quattro volte in un periodo di 15 anni. Lo studio comprendeva 3.617 persone (2.259 donne e 1.358 uomini).

Lo stress dell’infanzia è stato misurato considerando una serie di fattori stressanti legati alla famiglia (family-related stressors) che si sono verificati all’età di 16 anni (o prima), come le difficoltà economiche, il divorzio, almeno un genitore con problemi di salute mentale e non avere conosciuto il proprio padre. Per gli adulti gli stressor erano diversi come: la perdita del lavoro, la morte di un parente caro, dei genitori e di chi li accudiva.

In sostanza, ha spiegato Liu: “ le donne che hanno sperimentato alti livelli di stress infantile, hanno guadagnato peso più rapidamente rispetto alle donne che hanno avuto meno stress nell’infanzia. Il cambiamento della massa corporea è un processo che si svolge per tutta la vita – ha aggiunto “e l’infanzia può essere un periodo critico per la creazione di modelli che hanno un impatto a lungo termine sul peso delle donne nel corso del tempo”.

Per quanto riguarda l’evidenza che lo stress non appare incidere in modo significativo sul peso degli uomini, Liu ha spiegato che evidentemente gli uomini e le donne rispondono allo stress in modo diverso.

“Può essere che le donne mangino di più per far fronte allo stress, mentre gli uomini sono più propensi a impegnarsi meno nelle strategie relative al peso, come rimandare una decisione o bere alcol” – ha precisato. “Le differenze di genere nella depressione possono anche aiutare a spiegare questa differenza. La depressione è associata con il “mangiare emotivo” e l’aumento di peso, e le femmine hanno più probabilità rispetto agli uomini di essere depresso dopo l’adolescenza”.

I risultati dello studio evidenziano, dunque, la necessità di trattamento e politiche socio-sanitarie volte a ridurre lo stress durante l’infanzia.

“Data l’importanza della massa corporea in materia di salute e disabilità”, ha concluso Liu, “è importante che noi consideriamo i contesti sociali della prima infanzia anche in base al sesso, al fine di progettare programmi clinici efficaci che prevengano o curino l’obesità che può insorgere più tardi nella vita.”

Tag:, , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*