Cervello ringiovanisce di 11 anni con cavolo e spinaci ogni giorno

Condividi:

Secondo quanto risulta da una nuova ricerca del Rush University Medical Center a Chicago, un’insalata al giorno (o un contorno di spinaci, cavolo o verza) potrebbe togliere i problemi di memoria di torno, ‘ringiovanendo’ il cervello di ben 11 anni. Lo studio pubblicato su Neurology ha infatti evidenziato che una porzione al giorno di verdure a foglia verde rallenta il…

Leggi

Rischio demenza diminuisce andando in palestra

Condividi:

Intorno ai 60-70 fare attività fisica in palestra è importante e salutare per molte ragioni. Diminuisce anche il rischio di demenza. E’ proprio così che si mantiene un peso sano e si preserva la massa muscolare, favorendo anche una migliore funzionalità del cervello. A suggerirlo è uno studio guidato dall’Australian National University, pubblicato sulla rivista International Journal of Obesity. Lo studio…

Leggi

Contro la demenza c’è un nuovo farmaco: il matrimonio

Condividi:

(Reuters Health) – Il matrimonio come “vaccino” contro la demenza. Essere sposati, o vivere un legame di coppia stabile, comporterebbe il benefico effetto di avere un rischio molto più basso di sviluppare demenza rispetto a un celibe o a una nubile. È quanto emerge da una metanalisi condotta da un team di ricercatori dell’University College di Londra. La ricerca Andrew…

Leggi

Tè verde in aiuto per controllo del peso, demenza e diabete

Condividi:

Uno studio pubblicato sul FASEB Journal, mostra che una sostanza presente nel tè verde sarebbe in grado di ridurre lo sviluppo della insulinoresistenza (una condizione metabolica che precede l’insorgenza di diabete), di prevenire l’aumento di peso e le alterazioni della memoria in topi alimentati con una dieta ad alto contenuto di  grassi e fruttosio. In pratica tale sostanza potrebbe prevenire…

Leggi

La caffeina attiva un enzima protettivo contro la demenza

Condividi:

Come rivela una ricerca condotta presso l’Indiana University e pubblicata sulla rivista Scientific Reports, il caffè potrebbe essere un alleato contro la demenza. Questa ipotesi viene dal fatto che la caffeina è risultata capace di potenziare l’attività di un enzima protettivo per il cervello, chiamato ‘NMNAT2’ e solo di recente scoperto come un’arma molecolare importante contro la formazione di aggregati…

Leggi

La chiave per combattere obesità, depressione e demenza è custodita nell’orzo

Condividi:

Povero all’aspetto ma infinitamente ricco. E’ l’orzo, un cereale all’interno del quale potrebbe essere custodito il segreto per sconfiggere malattie come obesità, depressione e demenza. A dimostrarlo è stato uno studio condotto dall’Istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. La ricerca, rende noto la stessa Scuola Sant’Anna, è stata condotta in collaborazione con l’Istituto di Neuroscienze…

Leggi

Ortaggi ricchi di carotenoidi: un aiuto contro la demenza

Condividi:

Uno studio della University of Georgia, negli Usa, pubblicato sulla rivista Journal of the International Neuropsychological Society, suggerisce che mangiare carote, cavolo riccio e patate dolci potrebbe essere d’aiuto per mantenere una buona attività cerebrale e contrastare l’insorgere della demenza. Il merito potrebbe essere dei carotenoidi, precursori della vitamina A, di cui questi alimenti sono ricchi e che sono le…

Leggi

Caffè: 3 tazzine al giorno contro la demenza

Condividi:

I risultati di uno studio pubblicato sulla rivista The Journals of Gerontology, Series A: Biological Sciences and Medical Sciences, suggeriscono che circa tre caffè (espresso) al giorno (pari a un consumo di circa 261 milligrammi di caffeina) potrebbero proteggere dalla demenza. Lo studio Questa ricerca, diretta da Ira Driscoll, professore di psichiatria presso la University of Wisconsin-Milwaukee, è senza precedenti.…

Leggi

Demenza: pronta guida pratica per preservare le funzioni mentali

Condividi:

“Promuovere il benessere nella persona con demenza. Una guida pratica per la stimolazione cognitiva ad uso del familiare e del caregiver” è il titolo e la finalità di un nuovo libro pensato per aiutare i pazienti con demenza a contrastare la perdita di memoria e altre funzioni mentali, rallentando il decorso della malattia. Il libro (Franco Angeli editore) propone 150 pagine…

Leggi

Prevenzione Alzheimer: esercizio fisico e mentale aiutano

Condividi:

L’abbinamento dell’esercizio fisico con l’allenamento cognitivo potrebbe prevenire l’insorgenza e il progredire di malattie degenerative come la demenza attraverso ispessimento di parti cruciali del cervello. Lo dimostra per la prima volta una ricerca australiana che tramite la risonanza magnetica ha dimostrato che gli esercizi di resistenza fisica risultano implicati nell’ispessimento della materia grigia nella corteccia cingolata posteriore, una regione del…

Leggi