Salute cuore: rischio più alto per lavoratori forze dell’ordine

Condividi:

Dal punto di vista dei fattori di rischio per il cuore, chi ha più di 45 anni e fa il poliziotto o il venditore, sembra avere un maggio rischio, almeno rispetto al manager o all’autotrasportatore. Lo afferma uno studio del Center for disease control and prevention (Cdc) americano presentato ad un meeting della American Heart Association, che ha valutato la presenza…

Leggi

Obesità e sovrappeso: non basta l’indice di massa corporea per definire la malattia

Condividi:

Il semplice calcolo del valore del famoso Indice di massa corporea (Imc) non è una misura affidabile se oltre al rapporto peso/altezza si desidera conoscere lo stato di salute di una persona. Occorrono, infatti, le misure di altri parametri per definire se la persona è in sovrappeso o obesa. Lo confermano i ricercatori dell’Università della California di Santa Barbara, sull’International Journal of Obesity,…

Leggi

Troppa luce nelle ore sbagliate aumenta il peso dei bimbi

Condividi:

Uno studio ha rivelato che i bambini in età prescolare, se esposti alla luce ambientale nelle ore che precedono l’inizio della giornata, tendono a pesare di più rispetto ai coetanei che sono esposti alla luce nel pomeriggio. Lo studio proviene dalla Queensland University of Tecnology presso la quale la dottoranda Cassandra Pattinson e i suoi colleghi hanno studiato 48 bambini di…

Leggi

Adolescenti: chi vuole restare sempre in forma vada a letto presto

Condividi:

Gli adolescenti e i giovani adulti che vanno a letto tardi, durante la settimana, hanno più probabilità di aumentare di peso, rispetto ai loro coetanei che “vanno a letto con le galline”, secondo i risultati di un nuovo studio della Berkeley University of California, pubblicato sulla rivista Sleep,  che suggeriscono una possibile correlazione tra i tempi del sonno e l’indice…

Leggi

Una “finta” buona notizia per gli uomini in sovrappeso

Condividi:

Un elevato indice di massa corporea (Imc – in inglese BMI da Body Mass Index) potrebbe indicare una riduzione del rischio di artrite reumatoide negli uomini, secondo uno studio pubblicato sulla rivista Rheumatology. I ricercatori hanno analizzato i dati relativi a 383 pazienti, già partecipanti al Malmo Diet Cancer Study (MCDS) e presenti nel database Malmo Preventative Medicine Program (MPMP),…

Leggi