Cuore danneggiato da stress, scarsa istruzione e povertà

Condividi:

Un basso grado d’istruzione, il disagio sociale e lo stress peggiorano la salute cardiovascolare, anche dopo la correzione dei fattori di rischio. Lo dicono i dati dell’Osservatorio Epidemiologico Cardiovascolare dell’Iss e Amco-Hcf presentati alla V Conferenza di Prevenzione cardiovascolare che si tiene in questi giorni all’Istituto Superiore di Sanità (Iss). Il Report rileva che anche in Italia le differenze socio-economiche…

Leggi

5 milioni di morti l’anno “malati” di sedentarietà

Condividi:

La sedentarietà assoluta ha raggiunto ormai proporzioni epidemiche e rappresenta la IV causa di mortalità e disabilità nel mondo occidentale, contribuendo a 5 milioni di decessi l’anno. Ecco perché è nato il “Personal Activity Index (PAI)”, uno strumento per valutare il movimento e promuovere l’attività fisica come prevenzione primaria del rischio cardiovascolare, presentato al congresso della Società europea di cardiologia (Esc)…

Leggi

Colesterolo LDL a congresso: stilate nuove linee guida multidisciplinari

Condividi:

Al congresso dell’Associazione nazionale dei cardiologi ospedalieri (Anmco) di a Rimini, in un documento condiviso da 16 società scientifiche di concerto con l’Istituto superiore di sanità (Iss), sono state per la prima volta stilate le linee guida sul colesterolo Ldl, il principale fattore di rischio cardiovascolare. I numeri  L’ipercolesterolemia, alti livelli sierici di colesterolo Ldl, quello ‘cattivo’, pesa sui costi sanitari…

Leggi