Sclerosi multipla: il rischio aumenta nelle donne con carenza di vitamina D

Condividi:

Uno studio senza precedenti per la numerosità del campione (oltre 800 mila donne) suggerisce che eliminare la carenza di vitamina D in giovane età e nella prima età adulta può ridurre di molto il rischio di ammalarsi di sclerosi multipla negli anni a venire. Lo studio è stato condotto da Kassandra Munger, della prestigiosa Harvard T.H. Chan School of Public…

Leggi

Parkinson: rischio aumentato per chi consuma tanti latticini senza grassi

Condividi:

Pare che un consumo in quantità abbondanti di latticini a basso contenuto di grassi sia collegato ad un maggiore rischio di sviluppare il Parkinson. E’ quanto suggeriscono i risultati di uno studio guidato dalla Harvard T.H. Chan School of Public Health di Boston, pubblicato su Neurology.  Secondo gli studiosi consumare tre porzioni al giorno di latticini a basso contenuto di…

Leggi

Dieta mediterranea un elisir per il cervello

Condividi:

Uno studio dell’Università di Edimburgo, pubblicato sulla rivista Neurology, aggiunge pregi ai già numerosi benefici della dieta mediterranea, precisando che rallenta l’invecchiamento e protegge il cervello. Negli anziani che la seguono il cervello infatti “si restringe meno” rispetto a chi non l’ha adottata. La premessa La dieta mediterranea ha i suoi pilastri nella frutta, nella verdura, nell’olio d’oliva, in legumi…

Leggi

Sclerosi multipla: bassi livelli di vitamina D alla nascita aumentano il rischio

Condividi:

L’integrazione di vitamina D durante la gravidanza è molto importante per diverse ragioni. Un ampio studio pubblicato su Neurology, infatti, ha evidenziato che bassi livelli di vitamina D al momento della nascita possono aumentare il rischio di ammalarsi di sclerosi multipla (SM) nel corso della vita. La SM è una malattia del sistema nervoso centrale che interrompe il flusso di…

Leggi