Parkinson: con esercizio fisico intenso la progressione rallenta

Condividi:

Alcuni ricercatori della Northwestern University hanno evidenziato che l’esercizio fisico può rallentare la progressione dei sintomi del Parkinson, ma solo se vigoroso. E’ quanto hanno riportato in un articolo pubblicato da Jama Neurology, nel quale si rivela anche che se l’attività fisica è invece moderata non ci sono benefici. La ricerca Gli studiosi hanno reclutato 128 uomini e donne con…

Leggi

Parkinson: rischio aumentato per chi consuma tanti latticini senza grassi

Condividi:

Pare che un consumo in quantità abbondanti di latticini a basso contenuto di grassi sia collegato ad un maggiore rischio di sviluppare il Parkinson. E’ quanto suggeriscono i risultati di uno studio guidato dalla Harvard T.H. Chan School of Public Health di Boston, pubblicato su Neurology.  Secondo gli studiosi consumare tre porzioni al giorno di latticini a basso contenuto di…

Leggi

Parkinson: 150 minuti di esercizio a settimana rallentano il declino

Condividi:

Per i malati di Parkinson, due ore e mezza a settimana di esercizio fisico sono fondamentali per rallentare il declino delle funzioni motorie e migliorare la qualità della vita. Lo suggerisce una ricerca condotta da un team guidato dalla Northwestern University di Chicago, pubblicata sulla rivista Journal of Parkinson’s Disease. Gli studiosi hanno preso in esame i dati della National…

Leggi

“Yoga della risata” in aiuto ai malati di Parkinson

Condividi:

Una ricerca della California State University, pubblicata sulla rivista Explore: The Journal of Science and Healing, suggerisce che un nuovo metodo di rilassamento, basato su tecniche Yoga, potrebbe aiutare i malati di Parkinson. Si tratta dello “yoga della risata”, che consiste in un insieme di tecniche di rilassamento, respirazione e risata auto-indotta, migliorando il benessere e l’umore di pazienti di Parkinson…

Leggi

Parkinson: la dieta migliore da seguire

Condividi:

Rispetto alle persone sane, i malati di Parkinson assumono, con gli alimenti, una quantità di proteine significativamente più elevata, anche se mostrano un più basso indice di massa corporea e conducono una vita più sedentaria. È quanto emerge dai dati preliminari di uno studio condotto dal Centro Parkinson-ICP di Milano, diretto da Gianni Pezzoli, che possono servire ad ottimizzare la dieta in…

Leggi

Dalla frutta le armi per combattere Alzheimer e Parkinson

Condividi:

Gli antiossidanti presenti nella frutta aiutano a prevenire le malattie legate all’invecchiamento cellulare, come il morbo di Parkinson e l’Alzheimer. Lo confermano i risultati di uno studio, cominciato nel 2010, e condotto dai ricercatori della Fondazione Mach (Fem) nei laboratori di metabolomica di San Michele all’Adige, in Trentino. La ricerca ha monitorato l’effetto dei metaboliti della frutta sull’organismo umano esplorando le…

Leggi