Acido folico e vitamine in gravidanza contro l’autismo

Condividi:

(Reuters Health) – Le donne che assumono acido folico e vitamine prima e durante la gravidanza avrebbero un rischio, rispettivamente, inferiore del 61% e del 73% di avere bambini che soffriranno di autismo. A evidenziarlo è uno studio israeliano pubblicato su JAMA Psychiatry. La ricerca è stata coordinata da Stephen Levine, dell’Università di Haifa. Lo studio Le carenze vitaminiche nelle…

Leggi

Riabilitato il formaggio: nuove evidenze su infarto e ictus

Condividi:

Il formaggio è stato a lungo additato come pericoloso per la salute del cuore per il suo contenuto in grassi saturi. Ma studi più recenti lo hanno scagionato. In proposito, secondo quanto suggerisce uno studio di Li-Qiang Qin della Università di Soochow in Cina, pubblicato sul European Journal of Nutrition: mangiare formaggio tutti i giorni (circa 40 grammi al dì)…

Leggi

Mal di montagna: i consigli per non soffrirne

Condividi:

(Reuters Health) – Mal di testa, stanchezza e nausea: sono questi i sintomi più frequenti che le persone avvertono quando passano rapidamente da livelli a bassa quota a quelli ad alta quota. Il mal di montagna acuto colpisce più di una persona su quattro che viaggia a piedi oltre i 3500 metri di quota e più della metà di quelli…

Leggi

Over 65: camminando non si cade. E non ci si frattura

Condividi:

(Reuters Health)– L’esercizio fisico è fondamentale dopo i 65 anni anni per prevenire le cadute. Lo attesta una recente revisione degli studi. Inoltre, associare altri interventi all’attività fisica migliora ulteriormente non solo la prevenzione delle cadute ma è anche in grado di ridurre l’entità delle fratture. Movimento, un abuona vista e un sufficiente introito di vitamina D sono i tre…

Leggi

Cardiologi concordi: caffè e cioccolato fanno bene al cuore

Condividi:

“Quattro o cinque tazzine di caffè al giorno, anche decaffeinato, riducono la mortalità cardiovascolare secondo i dati di alcuni studi con follow-up che vanno da 10 a 18 anni. A lungo termine, bere caffè ha un effetto positivo”. Analoghi effetti positivi sulla salute del cuore, seppur di più lieve entità, si riconducono all’assunzione di cioccolato fondente all’85-90%. Così esordisce Sebastiano…

Leggi

Estratto di tè verde: un aiuto contro l’Alzheimer

Condividi:

E’ stata trovata nel tè verde una sostanza antiossidante – la epigallocatechina – che sembra poter bloccare lo sviluppo dell’Alzheimer, impedendo la formazione delle placche di sostanza beta amiloide che giocano un ruolo chiave nella genesi della malattia. Lo rivela una ricerca di Giuseppe Melacini della McMaster University in Canada, apparsa sul Journal of the American Chemical Society. Lo studio…

Leggi

Bullismo: Facebook insegna come combatterlo on line

Condividi:

(Reuters Health) – Facebook aiuta i ragazzi del Regno Unito a combattere il bullismo informatico a scuola. Il portavoce di Facebook lunedi scorso ha detto il social network più famoso del mondo finanzierà “giovani ambasciatori” della sicurezza digitale in ogni scuola secondaria della Gran Bretagna per aiutare gli studenti ad affrontare un problema importante: il bullismo informatico e altri pericoli…

Leggi

La meditazione aiuta a prevenire le malattie cardiovascolari

Condividi:

(Reuters Health) – La meditazione può contribuire a ridurre il rischio di malattie cardiache, quando viene affiancata ad altri approcci comprovati, come i cambiamenti nello stile di vita o i farmaci per abbassare la pressione sanguigna e il colesterolo. Lo suggeriscono gli esperti dell’American Heart Association (AHA) che propongono per la prima volta delle nuove linee guida su questo tema.…

Leggi

Diabete: scoperta una sostanza nel caffè che può prevenirlo e curarlo

Condividi:

E’ stata trovata nel caffè una sostanza che sembra efficace per contrastare l’insorgenza e per curare il diabete. Si tratta del ‘cafestolo’, che promuove la produzione di insulina e il controllo glicemico (controllo della concentrazione di zuccheri nel sangue) e riduce il rischio di sviluppare la malattia. E’ il risultato di una ricerca su animali condotta da Fredrik Brustad Mellbye…

Leggi

 Terapia ormonale in real-world: legata a calo del carcinoma mammario controlaterale

Condividi:

(Reuters Health) – Secondo una nuova ricerca, le donne con cancro al seno trattate in comunità con tamoxifene adiuvante e inibitori dell’aromatasi hanno significativamente meno probabilità di sviluppare il cancro alla mammella. Per il tamoxifene, in particolare, i ricercatori hanno trovato una maggiore riduzione del rischio associata con l’uso prolungato del farmaco, sia durante la sua somministrazione, sia dopo che…

Leggi

Bocca sana: ridotto il rischio di cancro testa-collo

Condividi:

La buona abitudine di spazzolare i denti ogni giorno e di recarsi dal dentista per un controllo annuale potrebbe ridurre il rischio dei tumori della regione testa-collo. “Diversi studi minori hanno dimostrato in passato una correlazione tra alcuni indicatori di igiene orale e l’insorgenza di tumori – ha detto l’autore dello studio, il dottor Dana Hashim del Dipartimento di medicina…

Leggi

Tumori: attività fisica ne contrasta 13 tipi abbattendo rischio oltre 20%

Condividi:

L’attività fisica si conferma come un potente alleato nella prevenzione dei tumori, abbattendone il rischio per ben 13 tipi. In particolare, correre, camminare o nuotare regolarmente diminuisce di oltre il 20% il rischio di ammalarsi di alcuni tumori come quello a fegato e rene e di oltre il 40% di tumore all’esofago. A confermare l’importanza dell’allenamento aerobico come scudo protettivo…

Leggi

Ipertensione: se non sali… scende

Condividi:

Un corretto stile di vita basato su una buona alimentazione rappresenta un aiuto importante per molte condizioni morbose. Anche per combattere e prevenire l’ipertensione arteriosa è fondamentale seguire delle indicazioni precise su come comportarsi a tavola. Tra i cibi consigliati il cacao, i mirtilli, l’aglio, il peperoncino, il pomodoro e la barbabietola rossa, mentre tra quelli sconsigliati la liquirizia, il…

Leggi

Prevenzione Alzheimer: esercizio fisico e mentale aiutano

Condividi:

L’abbinamento dell’esercizio fisico con l’allenamento cognitivo potrebbe prevenire l’insorgenza e il progredire di malattie degenerative come la demenza attraverso ispessimento di parti cruciali del cervello. Lo dimostra per la prima volta una ricerca australiana che tramite la risonanza magnetica ha dimostrato che gli esercizi di resistenza fisica risultano implicati nell’ispessimento della materia grigia nella corteccia cingolata posteriore, una regione del…

Leggi

Tumore al seno: prevenzione e cura a tavola

Condividi:

All’Istituto dermopatico dell’Immacolata di Roma (Idi), sabato 20 febbraio, si parlerà della prevenzione primaria e della cura del tumore al seno, dedicando una specifica attenzione all’alimentazione. All’incontro, il primo di una serie di appuntamenti tra specialisti e pazienti oncologici, in particolare donne operate di tumore al seno, saranno presenti la dottoressa Debora Rasio, esperta in nutrizione clinica e la professoressa Adriana…

Leggi

Dalla frutta le armi per combattere Alzheimer e Parkinson

Condividi:

Gli antiossidanti presenti nella frutta aiutano a prevenire le malattie legate all’invecchiamento cellulare, come il morbo di Parkinson e l’Alzheimer. Lo confermano i risultati di uno studio, cominciato nel 2010, e condotto dai ricercatori della Fondazione Mach (Fem) nei laboratori di metabolomica di San Michele all’Adige, in Trentino. La ricerca ha monitorato l’effetto dei metaboliti della frutta sull’organismo umano esplorando le…

Leggi

Prevenzione obesità: i genitori devono dare il buon esempio

Condividi:

Nella prevenzione dell’obesità quello che veramente conta sono i comportamenti dei genitori che dovrebbero essere un esempio concreto per i figli. Ovvero, non basta pressare i ragazzi verbalmente con raccomandazioni sulla dieta sana e l’esercizio fisico, ma è necessario dare loro un esempio evidente di come si dovrebbero comportare per adottare uno stile di vita sano. Questo è, in buona…

Leggi