L’attività fisica salva la vita!

Condividi:

Forse non tutti sanno che, a livello globale, un decesso su dodici (l’8% di tutti i decessi) può essere prevenuto con 30 minuti di attività fisica 5 giorni su 7. Inoltre un caso su 20 (4,6%) di malattie cardiovascolari può essere prevenuto e al crescere dei livelli settimanali di attività fisica i rischi di morte e di patologie cardiovascolari si…

Leggi

Piccoli cambiamenti della dieta riducono il rischio di morte

Condividi:

Uno studio coordinato dall’Università di Harvard, dimostra che sono sufficienti piccoli cambiamenti della dieta per diminuire significativamente il rischio di morte. Per esempio basterebbe sostituire una porzione di carne con una di legumi o di frutta secca. Un cambiamento opposto, però, potrebbe aumentare tale rischio. Lo studio I ricercatori hanno usato i dati di due grandi studi sulla popolazione americana…

Leggi

Bere caffè riduce rischio di morte per tutte le cause

Condividi:

Buone notizie per chi ama il caffè: pare che berne 3 tazzine al giorno possa assicurare una lunga vita, indipendentemente dal metodo di preparazione e anche dalla scelta tra decaffeinato o caffè normale. Lo rivela il più ampio lavoro mai condotto sull’argomento, uno studio su oltre mezzo milione di individui in 10 paesi europei tra cui l’Italia. La ricerca è…

Leggi

QI elevato, elisir di lunga vita

Condividi:

L’intelligenza, che si manifesta fin da piccoli con un alto quoziente intellettivo (QI), secondo uno studio pubblicato sul British Medical Journal (Bmj), sarebbe associata a una vita più lunga e a un rischio minore di morte per malattie cardiache, ictus e tumori causati da fumo. Studi precedenti avevano dimostrato che, in media, gli individui con quozienti intellettivi più elevati tendono…

Leggi

Consumo eccessivo carni rosse: +26% di rischio di morte

Condividi:

I consumi di carne tornano nel mirino dei ricercatori. Infatti, il consumo di carne rossa, sia la semplice fettina o bistecca, sia carni più lavorate come salsicce e wurstel, è legato a maggior rischio di morte per nove diverse cause, dal tumore all’ictus. Al contrario il consumo di carni bianche (ad esempio pollame) e pesce sembra ridurre il rischio di…

Leggi

Alcol: rischi a lungo termine calano con attività fisica

Condividi:

Sono molti i benefici apportati dal perticare dell’attività fisica e ora se ne aggiunge un altro. L’esercizio fisico può ridurre almeno in parte gli effetti negativi a lungo termine dovuti all’alcol. Lo afferma uno studio pubblicato dal British Journal of Sports Medicine, secondo cui due ore e mezza di attività a settimana possono far diminuire il rischio di morte, che…

Leggi

State seduti per 8 ore al giorno? Un’ora di attività fisica riduce i danni

Condividi:

Come è noto la sedentarietà è legata a un aumentato rischio di malattie cardiache, diabete e alcuni tipi di cancro ed è associata a più di 5 milioni di morti l’anno. Tuttavia parrebbe che con almeno un’ora di attività fisica al giorno, come camminare di buon passo o andare in bici, si possano contrastare i danni causati da 8 ore…

Leggi

Anziani più longevi con 15 minuti al giorno di esercizio fisico

Condividi:

Chi ha superato i 65 anni e per questo si sente in dovere di aumentare l’attività fisica, a volte incontrando grosse difficoltà, dovrebbe sapere che sono sufficienti appena 15 minuti al giorno di esercizio fisico (una breve camminata a passo svelto) per la salute e per ridurre il rischio di morte. Si tratta, dunque, di un obiettivo ragionevole cui molti…

Leggi

70 grammi di cereali integrali al giorno allungano la vita

Condividi:

Sembra che bastino 70 grammi al giorno di cereali integrali per vivere più a lungo. E’ quanto dimostra uno studio condotto presso la Harvard T.H. Chan School of Public Health di Boston che ha evidenziato un ridotto rischio di morte per tutte le cause per chi consuma più porzioni al giorno di cereali integrali. La ricerca, basata sull’esame di dati di…

Leggi

Neonatologia: è allarme per la ‘Sindrome del bambino scosso’

Condividi:

I genitori che, esasperati dal pianto inconsolabile del proprio figlio neonato, cercano di scuoterlo, spesso ignorano quali possono essere le conseguenze gravissime del loro gesto, seppure dettato a volte da fragilità emotiva e stanchezza. A lanciare l’allarme sui rischi della cosiddetta “Sindrome del bambino scosso” è la Società italiana di neonatologia (Sin) che sottolinea come in Italia manchino dati certi…

Leggi

Donne: il sole riduce il rischio di morte per cause diverse dal tumore della pelle

Condividi:

Il sole fa bene alla salute e allunga la vita, specie per le donne, tumori a parte. Infatti, nonostante le numerose prove dell’aumento del rischio di cancro alla pelle – più elevato per gli amanti dell’abbronzatura – le donne che si espongono abitualmente al sole vivono più a lungo. Il motivo è che il sole riduce il rischio di morte…

Leggi

Frutta e pesce “elisir di lunga vita” per il cuore

Condividi:

Aumentando il consumo di grassi polinsaturi, come gli omega-3 e omega-6 di cui sono ricchi alcuni pesci (salmone, trota, aringhe), frutta secca, soia, olio di girasole e altri semi, si potrebbero prevenire, ogni anno nel mondo, oltre un milione di morti per malattie cardiache. Lo rivela uno studio mondiale pubblicato sul Journal of the American Heart Association e condotto utilizzando…

Leggi

Rischio globale di mortalità precoce: cattiva alimentazione e pressione alta

Condividi:

Un enorme studio internazionale sulle cause di morte a livello globale ha rivelato che a partire dal 1990, vi è stato un profondo cambiamento dei fattori di rischio per la morte precoce. Nel 1990, la malnutrizione infantile e materna, l’acqua non potabile, la scarsità dei servizi igienico-sanitari, e la mancanza assoluta dell’abitudine di lavarsi le mani, sono stati i principali…

Leggi

Peperoncino rosso elisir di lunga vita!?

Condividi:

Mangiare spesso cibi piccanti, specie il peperoncino, come parte di una sana dieta quotidiana, potrebbe ridurre il rischio di morte, come suggerisce un nuovo studio pubblicato sul British Medical Journal. Precedenti ricerche hanno suggerito che alcune spezie piccanti, grazie ai loro ingredienti bioattivi, come la capsaicina del peperoncino rosso, producono effetti  benefici anti-obesità, antiossidanti, antiinfiammatori e proprietà antitumorali. Un team…

Leggi