Trattamenti estetici per uomini? 151.000 nel 2014

29 febbraio, 2016 nessun commento


Share

chirurgia estetica uomoNon solo le donne sono “buone clienti” della medicina e della chirurgia estetica. Sono 151mila, infatti, gli uomini che hanno fatto trattamenti estetici nel 2014. Tra i ‘crucci’ principali dei maschi, i difetti da correggere soprattutto al volto, il mento sfuggente che viene come considerato sinonimo di scarsa forza, scarsa virilità, ma anche il contorno della mandibola. E’ quanto emerso al Congresso Internazionale di Medicina e Chirurgia Estetica Sies-Valet a Bologna

“Anche le labbra sono importanti nel maschio, perché con l’età può esserci un riassorbimento importante che è penalizzante”, ha spiegato Giorgio Astolfi, autore di una presentazione dedicata proprio ai trattamenti estetici al maschile, in particolare quelli del volto. “Tra i trattamenti ci sono tossina botulinica e filler, a farla da padroni”, ha aggiunto Astolfi, che ha indicato una sorta di percorso ‘ideale’ di trattamenti maschili, in base all’età. Tra i 30 e 40 anni, ad esempio, cicli di bio-rivitalizzazione del viso, o di led terapia (una tecnica che ha effetti ringiovanenti e migliora la texture cutanea), mentre dai 40 ai 50 anni e oltre, via a tossina botulinica, filler (quello più adatto è   idrossi-apatite di calcio) e altri trattamenti per correggere  inestetismi come ad esempio la couperose.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*