Vitamina B3 come un elisir contro l’invecchiamento

29 Aprile, 2016 nessun commento


Condividi:

anzianiForse presto sarà possibile ritardare l’invecchiamento degli organi del corpo umano. Lo ha dimostrato, per ora sui topi, uno studio guidato da Johan Auwerx, del Politecnico federale di Losanna e pubblicato su Science. I ricercatori hanno indagato l’effetto di una vitamina, finora nota per accelerare il metabolismo, la Nr (nitoctinammide riboside), una forma della vitamina B3 e hanno dimostrato che la vitamina Nr avrebbe un effetto positivo sul funzionamento delle cellule staminali e sulla capacità degli organi di rigenerarsi, che diminuisce con l’età.

Studio sui topi
I ricercatori si sono serviti di alcuni marcatori, con cui hanno identificato la catena di molecole che regola il funzionamento dei mitocondri – le centraline energetiche della cellula – e i loro cambiamenti con l’invecchiamento. ”Per la prima volta abbiamo dimostrato – commenta Auwerx – che la capacità dei mitocondri di funzionare bene è importante per le cellule staminali”. In condizioni normali le staminali rigenerano gli organi danneggiati producendo nuove cellule specializzate. Almeno negli organismi giovani. ”L’indebolimento nelle staminali è una delle molte cause della cattiva rigenerazione o degenerazione di alcuni tessuti e organi”, aggiunge Hongbo Zhang, primo autore dello studio. Per rivitalizzare le staminali nei muscoli di topi vecchi, i ricercatori hanno lavorato sulle molecole che aiutano i mitocondri a funzionare bene. ”Abbiamo dato ai topi l’Nr – continua – che è importante per l’attività dei mitocondri e i risultati sono stati promettenti: hanno vissuto più a lungo e hanno avuto una maggiore rigenerazione muscolare”. Un risultato che può avere implicazioni molto importanti per la medicina rigenerativa. ”Non stiamo parlando di introdurre sostanze esterne al corpo – conclude Auwerx – quanto di ripristinare la capacità dell’organismo di autoripararsi con un prodotto che può essere assunto con il cibo ”.

Tag:, , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*