Con pandemia attività fisica nei bambini scesa del 20%

Condividi:

La pandemia nasconde un’altra insidia per la salute dei più piccoli: l’attività  fisica in bambini e adolescenti risulta ridotta mediamente del 20% in era Covid. Lo rivela uno studio condotto da Ross Neville della University College di Dublino e pubblicato sulla rivista Jama Pediatrics.

Nevilla ha condotto la revisione di una vasta mole di dati per un totale di 22 studi scientifici pubblicati e 14.216 bambini e adolescenti coinvolti, di età compresa tra 3 e 18 anni. Dalla meta-analisi è emerso che la riduzione della durata del coinvolgimento nell’attività fisica totale giornaliera da prima a durante il Covid-19 è stata in media del 20%. I cambiamenti sono stati maggiori per le attività a più alta intensità (-32%), corrispondenti a una riduzione di 17 minuti della durata media giornaliera dell’attività fisica.

Gli autori concludono che i bambini e gli adolescenti hanno subito riduzioni misurabili dell’attività fisica durante la pandemia. I risultati mettono in luce la necessità di mettere in atto strategie per aumentare l’accesso all’attività fisica, per garantire una buona salute e sane relazioni sociali a bambini e adolescenti.

Articoli correlati

Lascia un commento

*



SICS Srl | Partita IVA: 07639150965

Sede legale: Via Giacomo Peroni, 400 - 00131 Roma
Sede operativa: Via della Stelletta, 23 - 00186 Roma

Nutri&Previeni © 2022