Estate: per combattere il caldo idratarsi in modo costante

Condividi:

Non aspettare di avere sete ma assumere le corrette quantità di acqua nel corso della giornata è fondamentale per rimanere idratati in questi giorni di caldo e afa record. Quando le temperature salgono e la morsa dell’afa non dà tregua, è fondamentale assumere un’adeguata quantità di liquidi per non correre il rischio di disidratarsi.

“Chiunque trascorra diverse ore all’aperto ad alte temperature, dovrebbe ricordarsi di bere non solo acqua, ma anche bevande in grado di sostituire gli elettroliti persi durante la sudorazione”, spiega Alessandro Zanasi, esperto dell’Osservatorio Sanpellegrino e membro della International Stockholm Water Foundation.

E’ sbagliato aspettare di essere assettati per bere acqua, perché uno dei sintomi della disidratazione è proprio la sete, che può essere accompagnata da altri segnali come pelle secca, mal di testa, spossatezza, confusione, irritabilità, crampi muscolari, colpi di calore e, nei casi più gravi, persino da convulsioni e delirio.

Secondo gli esperti durante le giornate più calde, soprattutto se abbiamo in programma un’attività faticosa o vogliamo praticare dello sport, dobbiamo iniziare a idratarci con grande anticipo per consentire al corpo di equilibrare i liquidi che verranno persi con la sudorazione. Inoltre le mascherine “estremamente utili per contrastare la trasmissione del virus da Covid-19, limitano la traspirazione, in particolare nei periodi più caldi. Se si utilizzano nei mesi estivi, è quindi indispensabile idratarsi con maggiore frequenza”, ha aggiunto Zanasi.

Articoli correlati

Lascia un commento

*



SICS Srl | Partita IVA: 07639150965

Sede legale: Via Giacomo Peroni, 400 - 00131 Roma
Sede operativa: Via della Stelletta, 23 - 00186 Roma

Nutri&Previeni © 2022