Ipertensione in gravidanza: rischio di malattie cardiovascolari aumentato nei 5 anni successivi

Condividi:

Una storia di disturbi ipertensivi della gravidanza è associata a un aumento da due a quattro volte del rischio di malattie cardiovascolari. Questo è quanto riferisce uno studio pubblicato su Medicine, e diretto da Jarawee Sukmanee, della Prince of Songkla University, in Tailandia, nel quale si conclude che, per una diagnosi precoce e una gestione appropriata, si suggerisce lo screening per le malattie cardiovascolari e i loro fattori di rischio in queste donne, in particolare nei primi cinque anni dopo il parto.

“Esistono dati limitati sulla tempistica e sulla frequenza ottimali delle visite di follow-up postpartum nelle donne che hanno sofferto di disturbi ipertensivi della gravidanza per la prevenzione primaria e la diagnosi precoce delle malattie cardiovascolari”, spiegano gli autori.

Per colmare questa lacuna, gli esperti hanno effettuato una ricerca su MEDLINE, Cochrane Library, Web of Science e Scopus per articoli pertinenti pubblicati dall’inizio al 16 marzo 2022. Sono stati inclusi studi di coorte prospettici e retrospettivi che avessero valutato ipertensione, cardiopatia ischemica, insufficienza cardiaca, tromboembolismo venoso, malattia vascolare periferica, ictus, demenza, malattie cardiovascolari e/o cerebrovascolari composite e mortalità a sei settimane dopo il parto, in donne con precedente disturbo ipertensivo della gravidanza, rispetto ai controlli.

I ricercatori hanno incluso 59 studi per un totale di 1.262.726 donne con precedente disturbo ipertensivo della gravidanza e 14.711.054 controlli. Le donne con precedente disturbo ipertensivo della gravidanza presentavano un aumento del rischio di ipertensione, di cardiopatia ischemica, e di insufficienza cardiaca più tardi nella vita, rispetto a quelle con gravidanze normotensive. Il rischio di ipertensione era più alto durante i primi cinque anni dopo il parto. Rispetto alle donne con gravidanze normotensive, il rischio di future malattie cardiovascolari è risultato aumentato in maniera significativa nelle donne con disturbi ipertensivi della gravidanza.

Medicine (Baltimore). 2022 Jul 29;101(30):e29646. doi: 10.1097/MD.0000000000029646.

Articoli correlati

Lascia un commento

*



SICS Srl | Partita IVA: 07639150965

Sede legale: Via Giacomo Peroni, 400 - 00131 Roma
Sede operativa: Via della Stelletta, 23 - 00186 Roma

Nutri&Previeni © 2022