L’allattamento al seno esclusivo protegge i bimbi dall’asma

Condividi:

L’allattamento al seno esclusivo protegge i neonati dall’asma e i benefici sono tanto maggiori quanto più a lungo il latte materno resta il nutrimento unico del bimbo. Lo suggerisce una ricerca coordinata dalla University of Tennessee Health Science Center di Memphis e pubblicata su Annals of Allergy, Asthma and Immunology.

La ricerca ha combinato tre studi per un totale di oltre 2.000 coppie madre-bambino prese in considerazione. I risultati hanno mostrato che i bambini allattati al seno per 2-4 mesi avevano il 36% di probabilità in meno di soffrire di asma rispetto ai neonati allattati al seno per meno di 2 mesi; in quelli allattati al seno per 5-6 mesi le probabilità si riducevano del 39% mentre per quelli allattati per più di 6 mesi le probabilità si riducevano del 48%.

Non solo. Lo studio ha mostrato che l’allattamento al seno non forniva lo stesso livello di protezione se combinato con la somministrazione di latte artificiale/succhi di frutta o altri alimenti per l’infanzia. I benefici, dunque, erano solo per i bimbi allattati esclusivamente al seno.

“Il nostro studio rafforza le attuali raccomandazioni sull’allattamento al seno”, dichiara Keadrea Wilson, prima autrice dello studio. I ricercatori evidenziano come le evidenze emerse possano risultare particolarmente significative per i genitori che soffrono di asma. “L’asma è familiare e, secondo il CDC, se un bambino ha un genitore con asma, ha una probabilità da tre a sei volte maggiore di sviluppare questa condizione rispetto ai bambini che non ha un genitore con asma. Vale la pena considerare qualsiasi cosa un genitore possa fare per ridurre le probabilità che il proprio figlio soffra di asma”.

Articoli correlati

Lascia un commento

*



SICS Srl | Partita IVA: 07639150965

Sede legale: Via Giacomo Peroni, 400 - 00131 Roma
Sede operativa: Via della Stelletta, 23 - 00186 Roma

Nutri&Previeni © 2022