Obesità e tumore al seno: perdere peso contrasta recidive?

Condividi:

tumore senoLe donne obese con tumore al seno appaiono esposte a un maggior rischio di recidiva della malattia o di morte. Partendo da questa evidenza sta per iniziare, per la prima volta, un nuovo progetto di ricerca basato su un ampio test clinico, inteso a verificare se per le donne obese colpite da tumore al seno, una perdita di peso possa diminuire il rischio di ritorno della malattia. L’annuncio viene dal Dana-Farber Cancer Institute di Boston che coordinerà l’esperimento in Usa e Canada.

Test al via
Il test, racconta il sito della Bbc, inizierà ad agosto, e si prevede di reclutare 3200 pazienti con tumore al seno metà delle quali, al termine delle terapie, verranno inserite in un programma con una dieta da 1200-1500 calorie e che prevede 250 minuti di esercizio fisico a settimana. Al termine dei due anni di test nel gruppo senza interventi si dovrebbero in teoria avere 23 casi di recidiva ogni 100 donne, mentre nell’altro dovrebbero scendere a 19. “E’ noto da molti anni che le donne sovrappeso o obese con una diagnosi di tumore al seno hanno un rischio maggiore di recidiva o morte – spiega Jennifer Ligibel, uno dei ricercatori che lavorano al progetto – ma è la prima volta che un test così grande cerca di verificare l’effetto della perdita di peso”. Diversi studi presentati al recente meeting della Società americana di oncologia (Asco), sottolinea l’articolo, hanno mostrato benefici per le donne che dopo la diagnosi fanno esercizio o perdono peso in termini di una diminuzione di alcune proteine che ‘nutrono’ i tumori.

Articoli correlati

Lascia un commento

*



SICS Srl | Partita IVA: 07639150965

Sede legale: Via Giacomo Peroni, 400 - 00131 Roma
Sede operativa: Via della Stelletta, 23 - 00186 Roma

Nutri&Previeni © 2022